Venerdì, 22 Ottobre 2021
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Rapinese in piazza Cavour, con lui in 200 dicono: “Bruni go home”

Nonostante il maltempo la protesta organizzata dal consigliere comunale di Area 2010, Alessandro Rapinese, in piazza Cavour domenica mattina (17 ottobre 2010), ha visto una folta partecipazione. Folta sì, ma sicuramente assai meno di quella...

Nonostante il maltempo la protesta organizzata dal consigliere comunale di Area 2010, Alessandro Rapinese, in piazza Cavour domenica mattina (17 ottobre 2010), ha visto una folta partecipazione.

Folta sì, ma sicuramente assai meno di quella in cui sperava Rapinese. Circa 200 le persone presenti che hanno appoggiato le motivazioni della protesta per chiedere le dimissioni del sindaco di Como Stefano Bruni. La manifestazione, infatti, ha avuto il titolo di "Bruni Go Home". Bruni vai a casa. Intorno alle 11.30, come da programma, Rapinese ha invitato tutti i presenti a riunirsi dietro il max striscione per farsi immortalare in una foto di gruppo che poi lo stesso consigliere comunale invierà, così ha detto lui, al sindaco di Como per fargli presente che in città ci sono tante persone che non lo vogliono più come sindaco. I temi toccati da Rapinese nel breve comizio in piazza Cavour sono stati molteplici, dal caso paratie al caso Ticosa, usati come esempio di quelli che Rapinese ha definito "i fallimenti" dell'amministrazine Bruni. In piazza erano presenti anche le forze dlel'ordine, carabinieri e polizia, per precauzione. La manifestazione si è però svolta in modo molto tranquillo.

Si parla di

Video popolari

Rapinese in piazza Cavour, con lui in 200 dicono: “Bruni go home”

QuiComo è in caricamento