La proposta: realizzare un'uscita dell'autostrada per le ambulanze dirette all'ospedale Sant'Anna

Mozione del consigliere comunale Paolo Martinelli

La proposta appare sensata, e per certi versi ovvia, ma nessuno prima di adesso l'aveva presentata. Ci ha pensato il consigliere comunale di Como Paolo Martinelli (Lista Rapinese Sindaco) che dopo averla anticipata in un intervento preliminare nell'aula di Palazzo Cernezzi l'ha trasformata in una vera e propria mozione.

Mercoledì 24 gennaio 2018 Martinelli ha depositato il documento politico che impegna "sindaco e giunta a valutare la possibilità di far realizzare dai competenti enti una rampa di uscita per l'ospedale Sant'Anna dall'autostrada A9 in direzione Milano da riservare ai soli veicoli autorizzati".

La proposta nasce dalla necessità di agevolare quanto più possibile l'intervento delle ambulanze del 118 che trasportano pazienti al pronto soccorso dell'ospedale Sant'Anna, evitando loro di trovarsi in difficoltà a causa del traffico intenso che spesso si genera alle rotatorie di Lazzago e lungo via Varesina, dove brevi tratti di corsie preferenziali potrebbero non bastare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Pochi minuti, a volte pochi secondi - ha commentato Martinelli - possono fare la differenza tra la vita e la morte nei casi più gravi. Mi auguro che l'amministrazione comunale possa farsi carico di questo impegno e cercare contatti con tutti gli enti interessati, come Autostrade, Regione Lombardia, il Comune di San Fermo della Battaglia e l'Asst Lariana affinché valutino davvero la possibilità di realizzare questa preziosa rampa di uscita. L'autostrada passa a soli 50 metri di distanza in linea d'aria dall'ospedale". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autocertificazione per chi si sposta: il modulo aggiornato (il quarto)

  • Dall'ospedale Spata scrive una durissima lettera a Gallera: "I medici non sono stati coivolti nelle decisioni"

  • Regole più severe per tutta la Lombardia: c'è anche il divieto di sport all'aperto

  • Il questore di Como chiarisce i casi in cui per la spesa e i farmaci si può uscire dal proprio comune

  • Como, supermercati e farmacie: ora possibile misurare la febbre a chi entra

  • Il grido d'aiuto degli infermieri di Como: "Siamo pochi e ci stiamo ammalando"

Torna su
QuiComo è in caricamento