Venerdì, 17 Settembre 2021
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il futuro delle Province, il sindaco Lucini auspica unione con Varese e Lecco

Il sindaco Mario Lucini è intervenuto sul tema della riorganizzazione delle province e ha espresso il timore che il territorio lariano, compreso il Lecchese, possa essere accorpato a quello milanese. Lucini, infatti, ha chiarito la sua posizione...

Il sindaco Mario Lucini è intervenuto sul tema della riorganizzazione delle province e ha espresso il timore che il territorio lariano, compreso il Lecchese, possa essere accorpato a quello milanese. Lucini, infatti, ha chiarito la sua posizione auspicando un'intesa con Lecco e Varese al fine di portare avanti la proposta di un accorpamento tra questi tre territori. Accorpmanento giustificato dall'omegeneità territoriale che li accomuna. insomma, la proposta di Lucini è di mantenere coesione per così dire amministrativa in tutto il territorio della fascia pedemontana e prealpina che ha caratteristiche omogenee. Il ruolo di capoluogo resterebbe, così, a Como in quantotra i tre è quello con il maggiore numero di abitanti. “La riorganizzazione delle province è un provvedimento che ha molti aspetti preoccupanti - ha commentato Lucini - sotto l’aspetto dei contenuti e quello della tempistica. Con i parametri attuali, fissati dal Governo, si salvaguardano solo le province con un’estensione di 2500 Km quadrati e 350mila abitanti. I tempi, inoltre, sono ristrettissimi; entro il 3 ottobre dovranno essere presentate le proposte e quindi entro il 24 ottobre le Regioni dovranno presentare i risultati al Governo. Non ci sono però tavoli di confronto sul tema e ancora non c’è alcuna definizione rispetto alle funzioni e alle relative risorse che saranno delegate, con un rischio di corto circuito per i Comuni altissimo. Penso che sia impossibile pensare di non salvaguardare una minima omogeneità territoriale e storica della fascia pedemontana-prealpina e quindi mi auguro che si arrivi ad un accorpamento verso Lecco e Varese e non ad un accorpamento verso Milano. Su questa posizione sembra esserci convergenza e il prossimo 10 settembre anche il tavolo per la competitivtà della Camera di Commercio affronterà l’argomento”.

Si parla di

Video popolari

Il futuro delle Province, il sindaco Lucini auspica unione con Varese e Lecco

QuiComo è in caricamento