Mercoledì, 22 Settembre 2021
Politica Via Pasquale Paoli

Prostitute in via Paoli a Como, intervento del consigliere di opposizione contro il sindaco

Mendicanti e lucciole, Rapinese incalza Landriscina: la situazione in città peggiora

Prostituta a Como

Una prostituta a bordo strada. Non siamo sulla famigerata Novedratese, da anni regno della prostituzione da strada, bensì in via Paoli a Como, a pochi metri dal confine con grandate, nei pressi delle due rotatorie in corrispondenza dell'intersezione con via Giuditta Pasta e con via Clemente XIII. Il caso delle lucciole, arrivate dall'interland fino alle porte della città, è approdato nell'aula di Palazzo Cernezzi. A portarlo all'attenzione del consiglio comunale è stato Alessandro Rapinese, esponente di opposizione per la lista Rapinese Sindaco.

Nella seduta di lunedì 7 novembre 2017 il consigliere ha esposto in aula, durante un intervento preliminare, la questione della prostituzione in città. Rapinese ha attaccato duramente il sindaco Mario Landriscina evidenziando una serie di altre problematiche che testimonierebbero il degrado in via di peggioramento in città. Non solo sfruttamento delle "lucciole" ma anche dei mendicanti in centro storico. In questo video-selfie l'intervento di Rapinese.

Rapinese, pur dicendosi a favore della legalizzazione e della regolamentazione della prostituzione, ha voluto portare all'attenzione i rischi legati al suo sfruttamento, ricordando il caso di Cermenate di poche settimane prima

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prostitute in via Paoli a Como, intervento del consigliere di opposizione contro il sindaco

QuiComo è in caricamento