menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si dimette (senza rimpianti) la vicesindaco di Proserpio dopo la lite in spiaggia con Salvini

Sfiduciata dal suo stesso gruppo, ha deciso di abbandonare i suoi incarichi

Maria Veronica Proserpio, vicesindaco di Proserpio (Como) si è, infine, dimessa ufficialmente da tutte le cariche: consigliere, assessore, vicesindaco. Dopo il suo scambio di battute a Milano Marittima con Matteo Salvini, evidentemente non ha trovato l'appoggio del suo gruppo. La Proserpio ha dichiarato di aver postato quel video da libera cittadina e che non si aspettava tutto questo clamore, soprattutto perchè lo scambio tra lei è Salvini è stato comunque "senza insulti né offese, tra due persone con idee diverse". 

Probabilmente ha inciso nella sua decisione anche il comunicato del sindaco di Proserpio: «Il sindaco, insieme all’amministrazione si dichiara estraneo alla vicenda tra l’onorevole Salvini e il vice sindaco Proserpio». Non si è sentita, quindi, di continuare a portare avanti i suoi incarichi in un contesto  evidentemente non solidale e, dopo sette anni di amministrazione, stamattina, 7 agosto, ha protocollato le dimissioni. Dimissioni che comunque sono arrivate dopo una riunione dove Maria Veronica Proserpio era stata sfiduciata e dalla quale il sindaco Barbara Zuccon si era astenuta. Le reazioni di solidarietà da PD e M5S non si sono fatte attendere.

Il battibecco in spiaggia tra la Proserpio e Salvini

Maria Veronica Proserpio, vicesindaco di Proserpio ha incontrato Matteo Salvini su una spiaggia a Milano Marittima. Stringendo la mano a Salvini, gli ha detto: "Rovini il bellissimo nome di questo Paese". Salvini non si è scomposto e ha ribattuto: "Fatti un bagno che ti rilassi". Il video è stato postato dalla Proserpio su Facebook con questo commento: "Non ce l’ho proprio fatta. Mi avvicino sorridendo al cazzaro verde e gli dico di vergognarsi per le sue esternazioni. Il seguito è nel video!". “
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Nuovo Decreto Draghi, prevale la linea dura fino al 31 luglio: le regole

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento