Dopo le primarie tutti pronti a sostenere Lucini

Il giorno dopo la vittoria di Mario Lucini alle primarie del centrosinistra di Como il clima tra gli altri candidati è sereno, anche se ovviamente c'è chi non sprizza di gioia. Oggi, in conferenza stampa, i quattro (ex) candidati hanno presentato...

Il giorno dopo la vittoria di Mario Lucini alle primarie del centrosinistra di Como il clima tra gli altri candidati è sereno, anche se ovviamente c'è chi non sprizza di gioia. Oggi, in conferenza stampa, i quattro (ex) candidati hanno presentato i loro propositi per il futuro. Lucini, come già affermato pochi minuti dopo la notizia della sua vittoria, ha affermato la volontà di intraprendere da subito il percorso di condivisione e realizzazione del programma elettorale per le prossime amministrative (maggio 2012). Deluso del proprio risultato Bruno Magatti che si è comunque detto pronto a dare il proprio supporto a Lucini, preannunciando, però, che "se non vinceremo mi dimetterò perché non intendo fare un altro mandato all'opposizione". Gisella Introzzi non ha chiarito se intenderà candidarsi come consigliera comunale, mentre Marcello Iantorno, l'unico a complimentarsi in modo chiaro e netto conferenza stampa con Lucini per il suo risultato, si è detto pronto al secondo mandato ma "non ne farò un terzo".

Sulla vittoria di Lucini potrebbe avere influito anche il supporto di Luca Gaffuri (capogruppo del PD in Regione) che notoriamente ha in certe zone di Como, come Albate, un notevole bacino di voti. Non è un segreto la preferenza di Gaffuri per Lucini, tuttavia Iantorno ha tenuto a precisare che "la campagna elettorale delle primarie si è svolta in modo corretto". Ancora non si sa se Lucini proporrà una nuova lista civica di coalizione o se correrà per il PD con il sostegno delle altre forze di centrosinistra.

Ci sono diversi movimenti, partiti e liste civiche di centrosinistra che non hanno partecipato alle primarie in attesa più che altro di vedere chi fosse il vincitore e scegliere così se dare il proprio sostegno. Tra queste, per esempio, Liste per Como di Roberta Marzorati e Mario Molteni (che potrebbero correre da soli alle elezioni) e il Partito di rifondazione comunista. Lucini ha spiegato che "non sono stato ancora contattato da nessuno, ma la strada del dialogo è aperta".

Tutti hanno sottolineato la soddisfazione per l'affluenza al voto. Stefano Legnani, coordinatore cittadino del PD ha sottolineato che "3.532 votanti alle primarie, che hanno scelto di dare una indicazione e hanno pagato 2 euro per votare, è un numero consistente, anche alla luce del dato delle precedenti primarie del 2007 in cui i votanti erano stati solo 2.078".

In tutto delle 3.532 schede scrutinate, 9 sono state bianche, 11 nulle. hanno votato 166 immigrati residenti a Como ma privi di cittadinanza italiana e 34 giovani minorenni (si poteva votare dai 16 anni in su).

Si parla di

Video popolari

Dopo le primarie tutti pronti a sostenere Lucini

QuiComo è in caricamento