Politica

Primarie centrosinistra: a Cantù due sezioni per votare

Il centro sinistra canturino si ricompatta in vista delle primarie che si terranno il 25 novembre. Partito Democratico, Socialisti e Sinistra ecologia e libertà, uniti per sostenere i candidati alle primarie, dopo aver corso separatamente le...

Il centro sinistra canturino si ricompatta in vista delle primarie che si terranno il 25 novembre. Partito Democratico, Socialisti e Sinistra ecologia e libertà, uniti per sostenere i candidati alle primarie, dopo aver corso separatamente le passate elezioni comunali. Come si ricorderà, infatti, SEL propose un proprio candidato sindaco, correndo di fatto da sola la maratona elettorale. Durante la conferenza stampa di presentazione di oggi, il segretario del PD cittadino, Filippo Di Gregorio, il segretario dei socialisti, Paolo Grassi e il segretario di SEL, Claudio Boiocchi, hanno illustrato le modalità di votazione per le primarie 2012. A Cantù ci saranno due sezioni: una a Villa Calvi (per i residenti di Cantù centro, Fecchio e Cantù Asnago), e una al centro civico di Vighizzolo (per i residenti di Vighizzolo, Mirabello e Cascina Amata). Sarà possibile votare dalle 8 alle 20 di domenica 25 novembre. Per iscriversi, bisogna recarsi in sede PD (via Ettore Brambilla) già a partire da sabato. E' possibile effettuare anche la registrazione via internet e poi completare la pratica direttamente al seggio. Il segretario dei socialisti, Paolo Grassi, non ha dubbi: alle primarie sosterrà Bersani: "Bersani ha avuto un approccio diverso rispetto agli altri segretari. Io credo che abbia fatto bene. I socialisti appoggeranno Bersani perché fa parte dell'accordo sottoscritto a Bruxelles insieme ai socialisti europei". Inoltre, Grassi aggiunge: "Abbiamo costituito circoli pro Bersani in tutta la provincia di Como". Claudio Boiocchi di SEL, sostiene: "Noi abbiamo effettuato un percorso diverso, ma adesso siamo in una fase nuova. La fortuna di questa attuale stagione sta nel fatto che il documento "Italia bene comune", firmato da tutti i candidati, consente di contemplare adeguatamente la nostra proposta in merito ai diritti civili. SEL partecipa con entusiasmo a queste primarie". Non si risparmiano, comunque, critiche all'attuale maggioranza. Boiocchi, non esita a definire "L'atteggiamento del sindaco tecnocratico - populista". Il segretario di SEL, infatti, sostiene: "Noi mai porremmo in discussione, né sottoporremmo a referendum popolare, principi e valori già garantiti costituzionalmente, quali la libertà di culto, o il diritto alla libera scelta in materia di cure mediche, o il diritto agli affetti". Di Gregorio, aggiunge: "Se il sindaco vuole fare i registri per le unioni civili, lo faccia e basta. Non si può rimettere sempre in discussione i temi già garantiti dalla costituzione. Noi non pensiamo che la partecipazione sia una concessione fatta per grazia di un sovrano".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primarie centrosinistra: a Cantù due sezioni per votare

QuiComo è in caricamento