Venerdì, 17 Settembre 2021
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Primarie del centreosinistra, chi votare e perché? Dibattito a Cantù

“Perché votare Renzi/Bersani/Puppato/Vendola o Tabacci?”. A meno di 24 ore dalla primarie, anche a Cantù si parla di candidati e programmi. Al centro civico di Vigizzolo, si è tenuto ieri sera un incontro con i rappresentanti dei comitati a...

“Perché votare Renzi/Bersani/Puppato/Vendola o Tabacci?”. A meno di 24 ore dalla primarie, anche a Cantù si parla di candidati e programmi. Al centro civico di Vigizzolo, si è tenuto ieri sera un incontro con i rappresentanti dei comitati a sostegno dei cinque candidati del centrosinistra. Assente il sostenitore di Tabacci. A tutti i rappresentanti presenti, abbiamo posto la stessa domanda: “Perché votare Vendola/Renzi/Puppato/Bersani?”. A rappresentare i candidati alle primarie, Paolo Casartelli per Laura Puppato (San Fermo), Giuseppe Calzato per Nichi Vendola (Lezzeno), Giovanni Marchisio per Matteo Renzi (segretario del PD di Mariano Comense) e Antonio Pagani per Pierluigi Bersani (consigliere comunale del PD), unico canturino presente all’incontro. Diverse le domande poste durante l’incontro: dal problema dell’evasione e della pressione fiscale, alla cosiddetta “Casta”. A tutti i quesiti, i vari rappresentanti hanno risposto secondo i programmi dei candidati che rappresentavano. Si è parlato anche di scuola, di lavoro, di antipolitica, del governo Monti e dei diritti civili. Il dibattito, infine, è terminato con il classico “appello” al voto. Durante il dibattito, riallacciandosi al tema generale della pressione fiscale, si è anche parlato dell’iniziativa della CONFCOMMERCIO di Cantù e del Comune, ovvero appendere delle coccarde nere in segno di protesta e di “lutto” contro la pressione fiscale. Essendo l’unico canturino presente all’incontro, abbiamo chiesto ad Antonio Pagani che cosa ne pensa dell’iniziativa: “Noi riteniamo che la scelta della Confcommercio rientri fra le proprie facoltà. Non capisco perché il Comune si deve appropriare di questa proposta. Il Comune rappresenta tutti i cittadini”.

Si parla di

Video popolari

Primarie del centreosinistra, chi votare e perché? Dibattito a Cantù

QuiComo è in caricamento