rotate-mobile
Politica

Povero Patria, Molteni: "Dobbiamo ridare dignità ai nostri simboli"

Anche il vecchio piroscafo al centro del dibattito elettorale

Povero Patria. Abbandonato davanti a Villa Olmo, come una vecchia signora di cui nessuno ha più cura. Eppure qualche anno fa fu proprio il fiore all'occhiello dell'evento Dolce & Gabbana che si tenne nei giardini della storica dimora neoclassica. Eppure un tempo venne restaurato e rimesso a nuovo. Qualcuno ci ricamò intorno dei progetti, ma la burocrazia mise loro le solite catene. E così, dopo l'ira funesta del senatore Butti, arriva il rinforzo del suo candidato sindaco a Como, Giordano Molteni.

"Come tanti comaschi legati affettivamente ai simboli della nostra città - afferma Molteni . da tempo seguo la paradossale situazione del piroscafo Patria, tristemente e inutilmente ormeggiato a Villa Olmo. Alcuni privati vorrebbero riscattarlo alla navigazione e quindi renderlo disponibile per la città, i comaschi e i turisti tutti, ma un carteggio - eccessivamente severo e burocratico - con il ministero delle Infrastrutture lo impedisce". 

"Ho così chiesto al Deputato Alessio Butti - prosegue il candidato del centrodestra - di interrogare il Governo. Per le vie brevi l’onorevole Butti mi ha confermato la volontà ostativa del Ministero, ma si è impegnato a portare in Parlamento la questione per trovare una soluzione a tutti i livelli istituzionali. La nostra città non può essere umiliata nei suoi simboli storici e culturali migliori e da candidato a sindaco non posso tollerare che ciò avvenga. Mi impegnerò anche su questo specifico tema per una Como molto più Como per ridare dignità ai nostri simboli". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Povero Patria, Molteni: "Dobbiamo ridare dignità ai nostri simboli"

QuiComo è in caricamento