Mercoledì, 23 Giugno 2021
Politica

Politeama, l'assessore propone: "Vendiamolo". Critiche dall'opposizione

Ieri l'assessore al Bilancio, Giulia Pusterla, ha illustrato in commissione consiliare la situazione relativa al teatro Politeama di piazza cacciatori dele Alpi a Como. Secondo la Pusterla sarebbe opportuno per il Comune non procedere a tutti i...

politeama

Ieri l'assessore al Bilancio, Giulia Pusterla, ha illustrato in commissione consiliare la situazione relativa al teatro Politeama di piazza cacciatori dele Alpi a Como. Secondo la Pusterla sarebbe opportuno per il Comune non procedere a tutti i costi con l'acquisizione della totalità delle quote della società Politeama e con il progetto di una ristrutturazione a spese dell'amministrazione. Il teatro, come è noto, è in stato di abbandono da molti anni. in campagna elettorale quasi tutte le forze politiche hanno auspicato il suo recupero anche attraverso un'azione diretta del Comune. E' questo uno degli aspetti che ha fatto insorgere l'opposizione, in particolare il Pdl. L'assessore Pusterla ha spiegato che "il mio è un punto di vista personale. Sono convinta che il Politeama sia possa essere una risorsa per la città e che debba restare un teatro, ma oggi ci sono condizioni inaccettabili. Il Comune non ha soldi per mettere mano alla struttura e riconsegnarlo alla città. Non è detto che debba essere per forza il Comune a farsene carico. Tra l'altro c'è un problema: da anni non si riescono ad acquisire le quote mancanti per possedere la totalità della società. Si potrebbe anche pensare di vendere le quote dell'amministrazione comunale. Questo, secondo me, è il dato di fatto. Io, però, mi pongo in una posizione dialettica. Aspetto i contributi degli altri amministratori, ma la stuazione di degrado del Politeama va avanti da troppi anni".

Molto critica la capogruppo del Pdl in consiglio comunale, Laura Bordoli: "Siamo davvero indignati, perché riteniamo che solo attraverso la cultura e l'aggregazione si possa davvero creare sviluppo per Como, e quindi turismo, lavoro, attrattività del territorio. Sul progetto di salvare il Politeama non c'erano divergenze di vedute con il programma di Lucini. Nessuno diceva che era facile, ma la Società e varie associazioni culturali, Univercomo e altri stanno lavorando alacremente per creare progetti con la collaborazione di Enti , istituzioni italiane ed estere nonchè privati. Non siamo d'accordo sulla svendita del patrimonio immobiliare e culturale della città - ha aggiunto la Bordoli - e contesteremo e prenderemo tutte le iniziative possibili per la salvaguardia del Politeama, che potrebbe diventare un centro d'eccellenza per arti e cultura, un centro aperto anche alle associazioni culturali della nostra città. Stupisce tutto questo, perché Iantorno (assessore al Patrimonio, ndr) e il sindaco Lucini hanno sempre sostenuto l'idea di conservare lo storico Teatro, che tra l'altro è sotto il vincolo della sovrintendenza dei beni culturali. Speriamo - ha concluso il capogruppo del Pdl - che questa sia l'ennesima "gaffe" o scivolone della nuova giunta, perché se fosse il contrario daremo battaglia in tutte le sedi e sosterremo i progetti che si stanno già studiando. La troppa fretta di fare cassetto non può pesare sul patriminio dei nostri figli.

Dal canto suo la Pusterla ha contro replicato: "Parlare di vendita di quote non vuol dire parlare di svendita, io ho posto un problema e valutato la situazione alla luce dei fatti. Ripeto: aspetto qualche soluzione alternativa se qualcuno ce l'ha".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Politeama, l'assessore propone: "Vendiamolo". Critiche dall'opposizione

QuiComo è in caricamento