Pgt, polemiche in consiglio per il tweet dell'assessore

La discussione sul Piano del governo del territorio (Pgt) è entrata nel vivo, ed è subito bagarre. Dopo un lungo confronto tra opposizione e maggioranza su questioni procedurali, il consigliere Pdl, Enrico Cenetiempo, ha chiesto spiegazioni...

La discussione sul Piano del governo del territorio (Pgt) è entrata nel vivo, ed è subito bagarre. Dopo un lungo confronto tra opposizione e maggioranza su questioni procedurali, il consigliere Pdl, Enrico Cenetiempo, ha chiesto spiegazioni all'assessore all'Urbanistica, Lorenzo Spallino, riguardo a un suo post pubblicato su twitter. Spallino sul noto social network ha scritto: "Cominciata la discussione sul PGT. Evidenti le pressioni per far saltare il banco".

Ed ecco che Cenetiempo - al quale ha fatto poi eco la collega del Pdl, Anna Veronelli - ha chiesto di capire a chi e a quale tipo di pressioni l'assessore si riferisse. Pressioni politiche? Pressioni provenienti da ambienti economici? L'assessore a margine del consiglio ci ha spiegato: "Con il mio tweet intendevo dire che ci sono pressioni affinché vengano mantenute nel Pgt le volumetrie del vecchio Piano regolatore. Ma se introducessimo nel Pgt le volumetrie riconosciute nel vecchio Piano regolatore per le aree edificabili singole avremmo 576mila metri cubi in più di edifici". E infatti, in nottata, arriva un altro twitt di Spallino: "Assoluta stima e fiducia nei consiglieri. Ma le pressioni per recepire i vecchi volumi esistono e come". Ad ogni modo Spallino spiegherà il tutto a voce ai consiglieri comunali in fase di replica, cioè dopo gli interventi dei consiglieri comunali sul Pgt.

Il Pgt, una volta approvato, sostituirà il vecchio Piano regolatore dettando le nuove linee di sviluppo urbanistico della città di Como. Prima di essere approvato, però, verranno discusse e votate le 423 osservazioni presentate al Pgt da soggetti pubblici e, soprattutto, privati. Le osservazioni sono state raggruppate in una dozzina di gruppi che racchiudono quelle simili per caratteristiche, cosa che non è andata giù alla minoranza che ha fatto intendere di volerle discutere una per una. Proprio questo è stato il nodo procedurale che ha tenuto in stallo il consiglio per oltre un'ora, fin quando l'ufficio di presidenza convocato dal presidente del consiglio comunale Franco Fragolino, non ha messo in votazione la decisione: la maggioranza ha votato per far sì che le osservazioni vengano - al termine della discussione che proseguirà anche nei prossimi giorni - votate per come sono state raggruppate. L'opposizione ha votato per votarle singolarmente. E' passata la linea della maggioranza.

Si parla di

Video popolari

Pgt, polemiche in consiglio per il tweet dell'assessore

QuiComo è in caricamento