Mercoledì, 16 Giugno 2021

Pgt: Coop chiede di non fare centro commerciale a Camerlata

Sono 423 le osservazioni presentate da privati cittadini, società ed enti pubblici al Piano di governo del territorio. Si tratta, in gran parte, di richieste per ottenere la possibilità di edificare o aumentare le volumetrie. ma ci sono anche...

Sono 423 le osservazioni presentate da privati cittadini, società ed enti pubblici al Piano di governo del territorio. Si tratta, in gran parte, di richieste per ottenere la possibilità di edificare o aumentare le volumetrie. ma ci sono anche richieste relative alla mobilità o ai centri commerciali, come quella presentata dalla Coop di Rebbio che ha chiesto che non venga autorizzato il maxi centro commerciale sull'area ex Trevitex in via Paoli. C'è poi chi ha chiesto di evitare qualsiasi edificazione sulla collina di Cardina e chi, come Acus, vorrebbe che le auto elettriche o a impatto zero possano transitare in ztl. Le 423 osservazioni sono state raggruppate in 15 macro gruppi. Ogni osservazione è stata o respinta, o approvata o approvata parzialmente. Approvando le osservazioni suddivise in gruppi il consiglio comunale approverà anche il parere relativo a ciascuna osservazione, senza però discuterle o votarle una per una. Ogni osservazione, però, potrà essere emendata se un consigliere lo chiederà, sempre che l'emendamento proposto venga approvato con votazione.

"Salviamo Cardina"

La Società di Mutuo Soccorso, l'associazione Cardina e il Gruppo Alpini di Monte Olimpino hanno presentato un'osservazione per chiedere, in sostanza, l'eliminazione di ogni possibilità di edificazione nell'area verde di Cardina. Sia il consigliere Marco Butti (Gruppo misto) sia Mario Molteni (Per Como) notando che l'osservazione è stata giudicata dall'amministrazione comunale non accoglibile, sono intervenuti in aula per difendere strenuamente l'obiettivo di tutela della collina. Dagli uffici, però, si è appreso che l'osservazione è stata respinta in quanto già oggi non esiste nessuna possibilità di edificare a Cardina, fatta eccezione per la realizzazione di alcune attrezzature pubbliche. L'osservazione chiedeva di eliminare anche queste.

Città turistica

Laura Bordoli (Pdl) ha depositato un ordine del giorno da votare prima di approvare il Pgt: "Preso atto che l'attuale maggioranza a tutt'oggi non ha chiarito quale sia la propria idea di città , quali le linee strategiche di indirizzo sulle quali costruire ipotesi di sviluppo dei settori produttivi, turistico e commerciale, come peraltro evidenziato dalla stessa regione Lombardia, che ha invitato il comune a individuare ipotesi di sviluppo. Preso atto che nulla e' stato introdotto in merito alla valorizzazione del demanio lacuale; preso atto che ne' nell'attuale PGT, ne' nelle osservazioni, ci sono le indicazioni specifiche sugli indirizzi che porteranno alle successive varianti già preannunciate" il consiglio comunale "impegna la giunta a portare nel primo consiglio di settembre le linee guida strategiche con particolare riguardo al piano del traffico, ipotesi di sviluppo turistico, commerciale e produttivo della città, con le priorità e le tempistiche previste. Lo scopo e quello di poter capire in che direzione di sviluppo economico, turistico e commerciale questa amministrazione vuole andare, dando anche tempistiche precise alle azioni strategiche".

"No al centro commerciale"

Due osservazioni, che l'amministrazione ha deciso di non accogliere nel Pgt, chiedono di no realizzare il maxi centro commerciale nell'area ex Trevitex. Le osservazioni sono arrivate da Coop Lombardia e dall'associazione Casa del Consumatore. Entrambe le osservazioni chiedono di escludere la realizzazione "di una grande struttura di vendita" giudicata non consona "al pubblico interesse". Come detto, il Pgt predisposto non accoglierà queste osservazioni. La lina politica è di permettere il maxi centro commerciale a Camerlata (ora Esselunga è suddivisa in due medie superfici di vendita senza negozi circostanti).

Auto elettriche in ztl?

L'Associazione cittadini utenti della strada ha presentato un'osservazione con la quale ha proposo un progetto per la nuova rotatoria di viale Giulio Cesare e per chiedere che le auto elettriche o a impatto zero possano circolare in zona a traffico limitato (ztl). L'osservazione è stata respinta poiché si tratta di due richieste che non attengono al Pgt ma a decisioni ordinarie dell'amministrazione comunale guidata dal sindaco Mario Lucini.

Si parla di

Video popolari

Pgt: Coop chiede di non fare centro commerciale a Camerlata

QuiComo è in caricamento