Politica

Pgt di Cantù, il PD attacca: "Qualcosa non quadra nei documenti"

Cantù. Ancora una volta l’Amministrazione Comunale si trova nel mirino del Partito Democratico di Cantù a causa del Pgt. La questione, apparentemente tecnica, ha suscitato molte perplessità nel  PD canturino che, tramite un comunicato firmato dai...

Cantù. Ancora una volta l'Amministrazione Comunale si trova nel mirino del Partito Democratico di Cantù a causa del Pgt. La questione, apparentemente tecnica, ha suscitato molte perplessità nel PD canturino che, tramite un comunicato firmato dai consiglieri Gigi Tagliabue, Vittorio Spinelli, Vitaliano Colombo (ex dirigente del settore urbanistica del Comune di Cantù) e dal futuro candidato sindaco Antonio Pagani, chiede spiegazioni al Sindaco Tiziana Sala in merito ai documenti relativi al Pgt pubblicati sul sito ufficiale del Comune. Il 9 gennaio scorso,infatti, si è tenuta la riunione congiunta per l'economia e osservatorio Pgt, voluta dal Sindaco. Per prepararsi a tale riunione, il PD decide di scaricare dal sito ufficiale del Comune alcuni documenti relativi al Pgt. Per evitare le lungaggini del sito internet (e i relativi tempi per scaricare tutto il materiale), il capogruppo Vittorio Spinelli, chiede formalmente di poter avere tutta la documentazione su un CD, il quale è stato regolarmente consegnato nei giorni scorsi.

Ed è a questo punto che i dirigenti del PD si accorgono che la documentazione presente sul sito internet è differente rispetto a quella che è stata loro consegnata su supporto informatico. Il documento incriminato è il "Piano dei servizi". Sul sito del Comune, infatti, appare il documento del luglio 2011 cioè il documento stilato prima della famosa conferenza VAS (che si è tenuta il 17 ottobre), durante la quale sono state sollevate forti obiezioni al Pgt così come era stato presentato. Il documento che invece è stato consegnato su CD-rom al PD, invece, è il "Piano dei Servizi" aggiornato al dicembre 2011, ovvero l'ultimo documento prodotto con relative modifiche seguite alla seconda conferenza VAS. La documentazione relativa al Pgt, era stata richiesta anche dal Consigliere Gigi Tagliabue all'assessore all'urbanistica Alessandra Tabacco, il 4 gennaio, pochi giorni prima della Riunione Congiunta. L'Assessore Tabacco, si legge nel comunicato, ha risposto con una lettera protocollata affermando che "tutta la documentazione relativa al Pgt è consultabile sul sito ufficiale del Comune".

A questo punto, i dirigenti del PD chiedono che la riunione del 9 gennaio sia considerata nulla, in attesa della prossima riunione della Commissione Urbanistica e Attività Produttive che è stata convocata per il 16 gennaio. Insomma, c'è da capire se si tratta di un semplice errore nell'aggiornamento del sito, oppure di mala fede. Pagani, Tagliabue, Colombo e Spinelli, a fine comunicato dichiarano che: "Non si tratta di una questione formale: fornire documentazione errata significa esercitare falso ideologico. A meno che non si riconosca un errore materiale e allora, onestamente, si ricomincia il cammino dal punto precedente e si dichiara nulla la riunione del 9 gennaio". Ma dalla sede di piazza Parini fanno sapere che la riunione che si è tenuta il 9 gennaio resterà valida. Nessuna mala fede, soltanto un errore tecnico. I documenti "incriminati" sono tre tabelle, denominate B6, B7 e B8. Le date riportate sul frontespizio dei documenti pubblicati sul sito del Comune, ammette l'ufficio area e gestione del territorio, recano la data di luglio 2011 e non del dicembre 2011. Tale discrepanza, però, non inficerebbe né lo svolgimento della Riunione congiunta che si è tenuta il 9, né tantomeno i contenuti dei documenti stessi, poiché i dati riportati hanno subito variazioni minime a seguito della seconda conferenza VAS. In ogni caso, la Giunta ha approvato proprio ieri gli elaborati definitivi costituenti gli atti del Pgt redatti dai professionisti incaricati e del Rapporto Ambientale. Prossima tappa il 16 gennaio, data in cui verranno riunite le commissioni Urbanistica e Attività produttive. Successivamente, il Pgt potrà approdare in consiglio comunale per essere discusso e approvato.

Irene Savasta

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pgt di Cantù, il PD attacca: "Qualcosa non quadra nei documenti"

QuiComo è in caricamento