Lunedì, 14 Giugno 2021
Politica

Persone disabili, duro richiamo del Comune ad Asf

Liberi spostamenti. Orari chiari. Riconoscimento dei bus attrezzati. In una parola: rispetto. Una richiesta tanto dura quanto precisa quella avanzata dal Comune di Como ad Asf, gestore del trasporto pubblico in città. L'assessore alle politiche...

bus-1

bruno-magattiLiberi spostamenti. Orari chiari. Riconoscimento dei bus attrezzati. In una parola: rispetto. Una richiesta tanto dura quanto precisa quella avanzata dal Comune di Como ad Asf, gestore del trasporto pubblico in città. L'assessore alle politiche sociali Bruno Magatti e il collega lorenzo-spallinoall'urbanistica, Lorenzo Spallino, arrivano a definire "odioso" il sistema dei bus a

prenotazione per le persone con disabilità. Il contratto è ancora in vigore e, dunque, l'amministrazione daniela-gerosanon può richiedere cambiamenti eccessivi ma è del tutto evidente che i toni del richiamo sono duri.

Ecco quanto spiega l'Ufficio Stampa in una nota:

Rispettare e garantire il diritto delle persone disabili al libero spostamento, predisporre la pubblicazione di orari con l'indicazione di quali corse non sono attrezzate al trasporto, dare la possibilità all'utente di riconoscere i bus che sono attrezzati, abbandonare il sistema della prenotazione dei viaggi. Questo il contenuto dell'indirizzo approvato oggi, aunanimità dalla giunta di Palazzo Cernezzi e indirizzato ad Asf, l'azienda che gestisce il servizio di trasporto pubblico locale. "Riteniamo doveroso un richiamo ad una maggiore attenzione sui diritti dei disabili - spiegano l'assessore alle Politiche Sociali Bruno Magatti e l'assessore alla Pianificazione urbanistica Lorenzo Spallino - In particolare dovrebbe essere abbandonato l'odioso sistema della prenotazione del viaggio". "I vincoli legati alla proroga del contratto stipulato a suo tempo non ci consentono grossi cambiamenti - commenta l'assessore alla Mobilità Daniela Gerosa - Certamente, però, un ulteriore richiamo e un invito ad Asf a dimostrare una maggiore sensibilità sono doverosi". L'indirizzo assunto dalla giunta segue i confronti che si sono tenuti nei mesi scorsi nell'ambito dei lavori della Consulta delle associazioni dei disabili, presieduta dall'assessore Bruno Magatti. "Sono contento che la giunta abbia accompagnato questa richiesta - conclude Magatti - Da tempo, infatti, sto cercando di promuovere, nelle loro diverse forme, i diritti di cittadinanza delle persone disabili".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Persone disabili, duro richiamo del Comune ad Asf

QuiComo è in caricamento