Paratie, premiati Gilardoni e Ferro: rispettivamente 15.900 e 12.400 euro

Pietro Gilardoni e Antonio Ferro, i due ex dirigenti delle paratie (in realtà restano dirigenti comunali ma senza più competenze sul cantiere del lungolago), sono stati premiati dall'amministrazione comunale con il pagamento della cosiddetta...

ferro-gilardoni-1c

Pietro Gilardoni e Antonio Ferro, i due ex dirigenti delle paratie (in realtà restano dirigenti comunali ma senza più competenze sul cantiere del lungolago), sono stati premiati dall'amministrazione comunale con il pagamento della cosiddetta indennità di risultato. Nonostante le vicende giudiziarie in cui sono stati implicati nell'ambito di un'inchiesta sugli appalti del Comune di Como - Gilardoni e Ferro sono finiti agli arresti per oltre due mesi (l'inchiesta è ancora aperta) - l'amministrazione comunale ha deciso di provvedere al pagamento di tale indennità: per Gilardoni a 15.935,34 euro e per Ferro a 12.437,45 euro. Qui di seguito la nota diffusa da Palazzo Cernezzi:

A seguito della revoca disposta dal Gip delle misure cautelari e conseguente revoca della sospensione obbligatoria dal servizio, il Comune ha proceduto al pagamento dell’indennità di risultato relativa all’anno 2015 a Pietro Gilardoni ed Antonio Ferro, rispettivamente dirigente del settore Reti tecnologiche, strade, acque e arredo urbano e dirigente del settore Opere pubbliche e manutenzione edilizia comunale. Tale indennità era stata precedentemente sospesa in ragione delle misure cautelari suddette. Il Nucleo Indipendente di valutazione si era già espresso confermando che “la valutazione delle attività svolte dai dirigenti nell’anno 2015 non può essere condizionata da fatti o eventi maturati successivamente se non vengono accertati elementi che possono influire sul periodo di riferimento; allo stato degli atti si confermano le valutazioni operate con valenza per l’anno 2015 e per i dirigenti Gilardoni e Ferro si potrà procedere ad eventuali revisioni solo qualora emergano altri elementi di valutazione dal procedimento penale in corso”. Analogo parere è stato reso da Aran con un orientamento applicativo per un caso similare di sospensione dal servizio a seguito di procedimento penale chiarendo il collegamento esclusivo della retribuzione di risultato alla valutazione delle prestazioni e dei risultati del dirigente (anche con riferimento all’anno in cui ha avuto inizio la sospensione). L’indennità di risultato 2015, che è parte integrante della retribuzione dirigenziale dello stesso anno, ammonta per Gilardoni a 15.935,34 euro e per Ferro a 12.437,45 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo dpcm firmato: il calendario delle regole dal 18 gennaio al 5 marzo

  • Nuove restrizioni dal 16 gennaio al 5 marzo, ora si decide se la Lombardia parte arancione o rossa

  • Como, Alberto apre il suo bar in centro: arriva il controllo della polizia locale

  • Con la Lombardia in zona rossa addio scuola in presenza

  • Chiara Ferragni, nuovo post nostalgico sul lago di Como: "Spero di comprare lì una casa vacanze"

  • Scappa dal posto di blocco, ritrovato morto in un capannone: aveva 28 anni

Torna su
QuiComo è in caricamento