Politica

Paratie, tempi infiniti e soldi bruciati: lettera di Bruni alla città

Riportiamo integralmente il testo della nota diffusa oggi dall'ufficio stampa del Comune di Como con la quale il sindaco Stefano Bruni scrive alla città difendendo il progetto del lungolago e delle paratie. Nessuno di noi vuole perdere...

Riportiamo integralmente il testo della nota diffusa oggi dall'ufficio stampa del Comune di Como con la quale il sindaco Stefano Bruni scrive alla città difendendo il progetto del lungolago e delle paratie.

Nessuno di noi vuole perdere ulteriore tempo né soldi pubblici. Bisogna tuttavia trovare un giusto punto di sintesi tra il tempo necessario per concludere l'opera e i denari da investire. Correre e quindi risparmiare tempo e soldi cosa vuol dire? Che chiudiamo il cantiere e asfaltiamo il lungolago? Per fare un paragone è come se di una casa avessimo già costruito le fondamenta e i muri e ci mancasse soltanto il tetto; non possiamo permetterci né che il tetto renda inguardabile l'edificio nel suo complesso, né che costi più dell'intera casa.

Capisco bene le preoccupazioni espresse, i disagi conseguenti ai lavori, ma sono fiducioso che il percorso intrapreso sia quello giusto. La perizia approvata nei giorni scorsi è stata giudicata positivamente dalla Soprintendenza che è sempre molto attenta al nostro territorio. La Regione ci sta seguendo passo dopo passo ed è pienamente convinta della bontà del lavoro svolto. Siamo andati a fondo di ogni singolo dettaglio, è stata analizzata ogni singola voce di spesa ed è stato considerato ogni aspetto. I lavori previsti dalla perizia riguardano esclusivamente aspetti idraulici, impiantistici e strutturali, senza la cui realizzazione non sarebbe possibile procedere con i lavori. Tutti avremmo voluto arrivare oggi con la soluzione definitiva di ogni aspetto del progetto, ma avere una perizia unica avrebbe comportato un blocco del cantiere molto più lungo.

Partendo dal concorso di idee, con la Regione si sta già ragionando sul completamento della passeggiata (pavimentazione, arredi ed illuminazione). Il tema è all'attenzione di tutti ed entro settembre saranno avviate le procedure per la definitiva progettazione e la sua realizzazione.

Il progetto del nuovo lungolago è stato fin dall'inizio da una parte molto ambizioso, dall'altra anche molto complesso. Ha avuto i suoi noti inciampi sia in fase di realizzazione che di revisione del progetto, ma la maggior parte dei problemi è ora alle nostre spalle. Serve ancora un po' di pazienza, lo capisco, ma il risultato sarà straordinario per la nostra città e Como ne beneficerà per sempre.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paratie, tempi infiniti e soldi bruciati: lettera di Bruni alla città

QuiComo è in caricamento