Politica Via Vittorio Emanuele II, 97

Paratie, mozione per salvare la visuale del lago visto dalle vie Luini e Plinio

Documento presentato da Svolta Civica e approvato dal consiglio comunale

In consiglio comunale si è discusso ancora di paratie e lungolago e lo si è fatto in occasione della presentazione di una mozione da parte del gruppo di opposizione di Svolta Civica (Maurizio Traglio, Barbara Minghetti e Vittorio Nessi). La mozione - che è stata alla fine approvata - chiede in sintesi di salvaguardare i "cannocchiali" visivi che dall'interno della città murata consentono alla sguardo di arrivare fino a piazza Cavour e, quindi, al lungolago. 
Perché Svolta Civica ha deciso di presentare un'apposita mozione? In buona sostanza, come scritto nelle premesse della mozione, le simulazioni al computer mostrate dai tecnici dei Regione Lombardia lo scorso mese di ottobre in occasione della presentazione del progetto definitivo del lungolago "non danno sufficiente conto di come andrà a cambiare la vista del lago in conseguenza dell’innalzamento della passeggiata e dei nuovi livelli rispetto alla situazione precedente". Del resto, poi, "già dai progetti dei portici Plinio e di Giuseppe Terragni per lo studio della Cortesella, “i cannocchiali” sul lago da via Vittorio Emanuele e da via Luini erano considerati essenziali per far condividere la presenza del lago a tutta la città storica”.

Nasce, quindi, l'esigenza politica del gruppo di minoranza di chiedere a sindaco e giunta di "attivarsi presso la Regione Lombardia affinché il nuovo progetto garantisca la vista a lago dalla città e, in particolare da via Plinio e via Luini".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paratie, mozione per salvare la visuale del lago visto dalle vie Luini e Plinio

QuiComo è in caricamento