Politica

Netflix: la satira con Gesù gay scatena la collera social di Alessio Butti

Il leader comasco di Fratelli d'Italia: "Mi date la nausea"

Gesù che torna a casa e presenta a Maria e Giuseppe il suo compagno. Era difficile che la cosa non scatenasse le ire di parecchie persone, fra cui ovviamente chi si rivede in Fratelli d’Italia, un partito da sempre in prima linea nella difesa delle tradizioni cristiane. Se dunque togliere il crocifisso a scuola o il presepe dall’atrio di un municipio suscitava tante polemiche, figuriamoci rappresentare il redentore come un’icona omosessuale. Aggiungici poi che la serie sta avendo un successo strepitoso, con incassi milionari e un titolo che più esplicito non si poteva – La prima passione di Cristo – e la frittata è fatta.

Fra i più arrabbiati c’è l’onorevole comasco Alessio Butti che si sfoga su Facebook: “Che coraggiosi questi di Netflix...mi date nausea voi, gli artisti che hanno confezionato l'opera...e quelli che giustificano sempre tutto”. E chiosa con un avvertimento: “Provate a fare gli spiritosi con Maometto e vediamo un po’ ...l’effetto che fa”.

Il breve film comico sta comunque scatenando polemiche ovunque, in tutto il mondo, non soltanto da noi. Realizzato dal gruppo Porta dos Fundos, in Brasile ha causato la reazione dei potenti movimenti evangelici locali ma anche del figlio del premier Bolsonaro e la Camera ha infatti convocato i dirigenti della piattaforma.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Netflix: la satira con Gesù gay scatena la collera social di Alessio Butti

QuiComo è in caricamento