Politica

Salta la nomina del presidente della commissione patrimonio

La commissione quarta (Patrimonio) del Comune di Como resta ancora senza presidente. Oggi si è riunita la commissione per nominare il presidente (poltrona rimasta vacante dopo che il consigliere del Pdl Stefano Rudilosso si è dimesso) ma cinque...

La commissione quarta (Patrimonio) del Comune di Como resta ancora senza presidente. Oggi si è riunita la commissione per nominare il presidente (poltrona rimasta vacante dopo che il consigliere del Pdl Stefano Rudilosso si è dimesso) ma cinque dei sei commissari di maggioranza non hanno presenziato alla seduta. E' venuto così a mancare il numero legale. Erano presenti solo i consiglieri di opposizione Alessandro Rapinese (Area 2010), Silvia Magni, Bruno Saladino, Andrea Luppi (PD) e il commissario Pdl Massimo Serrentino che, avendo convocato la riunione, è intervenuto per avvisare che a causa dell'assenza degli altri 5 commissari la seduta non era valida. A non presentarsi sono stati Fedrica Simone e Claudio Corengia (Pdl), Andrea Anzi, Mario Pastore ed Emanuele Lionetti (Autonomia Liberale). Proprio su quest'ultimo, Lionetti, ruotano le ragioni per cui ancora non è stato espresso il nuovo presidente della commissione Patrimonio. Infatti, in teoria dovva essere nominato lui, ma Pdl e Lega Nord non sono d'accordo. Il Pdl non non vuole Lionetti perché non era previsto da nessun accordo che al gruppo Autonomia Liberale fosse data la presidenza della commissione. La Lega, invece, è ancora memore del "tradimento" di Lionetti: non votò il cpogruppo del Carroccio Giampiero Ajani come presidente della commissione urbanistica (finita poi a Mario Lucini del Pd). Si dice che Lionetti "tradì" la Ajani poiché la Lega non gli affidò nessun assessorato dopo le elezioni del 2007, quando Lionetti era ancora nel Carroccio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salta la nomina del presidente della commissione patrimonio

QuiComo è in caricamento