Museo Giovio e Tempio Voltiano: in 3 anni persi quasi 13 mila visitatori

Bene la Pinacoteca sulla quale il Comune di Como ha puntato i riflettori

Tempio Voltiano

Raccontavamo ieri in questo articolo dei problemi in ambito culturale della città di Como. Lo abbiamo fatto a seguito del bilancio dello scorso anno tracciato dall'assessore Carola Gentilini.  Anche se si snocciolavano sostanzialmente numeri, abbiamo provato a spostare la questione su un piano più generale, ovvero sulla mancanza di visioni e conseguentemente di grandi progetti.

Ora però quei numeri dichiarati "positivi" siamo andati a guardarli meglio. E così ci siamo accorti che dal 2016, ultimo anno della gestione Luigi Cavadini, giunta Lucini, i musei di Como (Giovo, Tempio Voltiano) hanno perso in soli 3 anni 13 mila visitatori, passando dai 43 mila del 2016 ai 32 mila del 2019. I problemi ai due siti sono noti ma i dati sono questi.

Diversamente, la Pinacoteca ha segnato un trend decisamente positivo, anche grazie a vari eventi organizzati in via Diaz, segnando un più 5 mila rispetto al 2016, con un totale di oltre 10 mila prensenze. Un dato significativo andato però a discapito di altri luoghi come San Pietro in Atrio, Spazio Ratti, Broletto e Spazio Natta, in passato più coinvolti nell'organizzazione di mostre.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Spostando nuovamente l'obiettivo dalle cifre e dalla buona volontà dell'assesore alla Cultura, arrivata in corsa, rimane l'impressione che in ambito culturale il lavoro da fare sia ancora enorme: valorizzazione dei luoghi, visibilità, comunicazione, coordinamento. Tutto ciò lo si ottiene, tocca ridirlo, solo quando a monte c'è una visione d'insieme. Che forse arriverà solo nel momento in cui ci si accorgerà che la cultura è ossigeno per la città. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le 5 camminate più belle sul Lago di Como

  • Omicidio in piazza San Rocco a Como: ucciso don Roberto Malgesini

  • A Como la gara a chi mangia più arrosticini: il record da battere è 51

  • Chi era don Roberto Malgesini: un vero prete "di strada", in aiuto dei più deboli

  • I 7 migliori ristoranti dove mangiare etnico a Como

  • Lo ha ucciso con un coltello: chi è l'assassino di Don Roberto Malgesini

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
QuiComo è in caricamento