Giovedì, 24 Giugno 2021
Politica

Muro della maggioranza sul piano di abbattimento delle barriere architettoniche

Bocciata la mozione di Aleotti, Svolta Civica dura con il sindaco Landriscina

Il piano per abbattere le barriere architettoniche di Como si è infranto sul no della maggioranza che ieri ha bocciato con i suoi voti la mozione del consigliere Aleotti. Nella fattispecie, l'esponente di minoranza dei 5 Stelle chiedeva una mappatura completa delle barriere tutt’ora esistenti in città, per poi predisporre un Piano organico di abbattimento graduale delle stesse (PEBA).

Sulla questione è intervenuto attraverso un comunicato il gruppo consigliare di Svolta Civica per Como (Vittorio Nessi, Maurizio Traglio, Barbara Minghetti): "Questa maggioranza ha dimostrato ancora una volta non soltanto di avere poche idee, ma di voler disattendere anche le poche che ha. Ebbene, davanti alla sensata mozione ci saremmo aspettati un voto all’unanimità. Invece, i consiglieri di maggioranza hanno avuto il coraggio di respingere la proposta, adducendo motivazioni incomprensibili e irresponsabili".

E ancora: "A tutto ciò -si aggiunge il fatto sconcertante che, pur di fare muro di gomma di fronte a  una proposta arrivata dall’opposizione, la maggioranza ha rinnegato ciò che essa stessa propone nel proprio programma elettorale, in cui - al punto 10, pagina 19 – si indica tra le varie promesse la “stesura e approvazione del Peba. Esattamente lo stesso Piano proposto dall’opposizione e ieri sera bocciato dall’aula. Anche recentemente, il sindaco Landriscina ha voluto ribadire l’importanza del confronto e della condivisione nella sua azione amministrativa. Ci domandiamo dove sia la condivisione in un simile atteggiamento". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Muro della maggioranza sul piano di abbattimento delle barriere architettoniche

QuiComo è in caricamento