Fondi Cariplo per completare Villa Olmo, mozione di Svolta Civica: "Il Comune partecipi al bando"

Urgenza per chiedere i finanziamenti alla Fondazione entro il termine del 28 febbraio

Villa Olmo

Una mozione urgente per chiedere al sindaco di Como Mario Landriscina e alla sua Giunta di partecipare al bando per i fondi emblematici di Fondazione Cariplo per completare il restauro di Villa Olmo.
E' quella presentata da Svolta Civica lunedì 18 febbraio 2019: la proposta era stata lanciata dall'ex sindaco Mario Lucini dopo la resa del Comune che non aveva presentato nemmeno un progetto per accedere ai fondi Cariplo. L'idea di Lucini era già stata sposata da Svolta Civica, che ora rincara la dose con una mozione urgente all'ordine del giorno del consiglio comunale in vita della scadenza dei termini il prossimo 28 febbraio per presentare la domanda di finanziamento.

Il documento, firmato da Maurizio Traglio, Barbara Minghetti e Maurizio Nessi, chiede che la Giunta promuova "presso Fondazione Cariplo la richiesta di finanziamento nell’ambito dei fondi emblematici al fine di completare il restauro del compendio presentando il Piano di fattibilità e il progetto allo stato di fatto delle due strutture Casino Sud ed ex ristorante. Entrambi gli interventi potrebbero essere, infatti, cantierabili nell’arco di sei mesi".

Svolta Civica chiede inoltre che Palazzo Cernezzi faccia "richiesta di finanziamento anche per il completamento definitivo della struttura interna della Villa (rendendo agibili tutti i piani della stessa), considerata l’opportunità di procedere con la progettazione di questi interventi complessivi nel corso della realizzazione delle opere suddette" e infine che valuti "se esiste la necessità/possibilità di inserire nella richiesta di finanziamento anche altri interventi che vadano a completare il restauro complessivo del compendio di Villa Olmo, accrescendo così le sue potenzialità e rendendolo particolarmente efficace nel suo ruolo di polo architettonico, botanico e culturale per la città di Como".

Il testo completo della mozione di Svolta Civica su Villa Olmo

PREMESSO CHE

È tuttora in corso da parte dell’amministrazione comunale un intervento di restauro complessivo del compendio di Villa Olmo che ha ottenuto negli anni passati da Fondazione Cariplo un cospicuo finanziamento grazie ai cosiddetti fondi emblematici erogati dalla stessa.

Tale somma copre una serie di opere, alcune delle quali sono già state realizzate, altre sono da realizzare, ma non arriva a finanziare il recupero completo del compendio, per il quale, sin dal principio, era stato immaginato un intervento in almeno due fasi. Lo studio di fattibilità già redatto dall’amministrazione comprende anche il restauro dell’edificio chiamato Casino Sud da adibire a caffetteria/bistrot a servizio della Villa e del comparto in passato occupato da un’attività di ristorazione (immobile per il quale esiste una progettazione in fase avanzata).

Fondazione Cariplo chiede per la valutazione delle richieste di finanziamento la garanzia di “cantierabilità” dell’opera nell’arco di sei mesi dall’eventuale accettazione della richiesta. Fondazione Cariplo tendenzialmente accoglie con favore le richieste fondi per il completamento di opere per le quali la stessa ha già erogato un finanziamento, in linea con i principi di continuità e di buon governo che devono caratterizzare la gestione pubblica.

Che il completamento dell’intero compendio potrebbe prevedere anche interventi relativi alla messa in sicurezza e al restauro completo dell’interno della Villa, vista anche la richiesta avanzata dalla Soprintendenza ai Beni Architettonici di accorpare in un unico progetto complessivo i restanti interventi di cui la Villa necessita.

IMPEGNA IL SINDACO E LA GIUNTA

- A promuovere presso Fondazione Cariplo la richiesta di finanziamento nell’ambito dei fondi emblematici (entro il 28 febbraio p.v.) al fine di completare il restauro del compendio presentando il Piano di fattibilità e il progetto allo stato di fatto delle due strutture Casino Sud ed ex ristorante. Entrambi gli interventi potrebbero essere, infatti, cantierabili nell’arco di sei mesi.

- A fare richiesta di finanziamento anche per il completamento definitivo della struttura interna della Villa (rendendo agibili tutti i piani della stessa), considerata l’opportunità di procedere con la progettazione di questi interventi complessivi nel corso della realizzazione delle opere suddette.

- A valutare se esiste la necessità/possibilità di inserire nella richiesta di finanziamento anche altri interventi che vadano a completare il restauro complessivo del compendio di Villa Olmo, accrescendo così le sue potenzialità e rendendolo particolarmente efficace nel suo ruolo di polo architettonico, botanico e culturale per la città di Como.

- Si chiede che alla presente mozione venga assegnato carattere d’urgenza, vista la data del 28 febbraio quale termine per la presentazione delle richieste dei fondi emblematici di Fondazione Cariplo

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Como, via Cecilio: la rivoluzione parte dalla nuova Coop

  • Ragazzino molestato in centro Como si rifugia in un bar: la polizia ferma un uomo

  • Como: lui la picchia e la prende a cinghiate, lei si chiude in bagno e chiama i soccorsi

  • Nuovo supermercato in arrivo a Cernobbio

  • Incidente a Lurago d'Erba: morta donna di 36 anni

  • Droga: scoperta fitta rete di spaccio fra i giovanissimi della Como bene

Torna su
QuiComo è in caricamento