Nicola Molteni candidato sindaco a Cantù per la Lega Nord

Nicola Molteni parlamentare della Lega Nord ha annunciato oggi pomeriggio di essere il candidato sindaco di Cantù. “Qualora venissi eletto sindaco, mi dimetterò immediatamente da parlamentare”. Quello di Nicola Molteni è un annuncio che suona come...

Nicola Molteni parlamentare della Lega Nord ha annunciato oggi pomeriggio di essere il candidato sindaco di Cantù. “Qualora venissi eletto sindaco, mi dimetterò immediatamente da parlamentare”. Quello di Nicola Molteni è un annuncio che suona come una promessa. Nel giorno del suo trentaseiesimo compleanno, la Lega Nord scioglie la riserva: sarà lui il candidato sindaco per il carroccio. Durante la conferenza di presentazione che si è tenuta oggi pomeriggio, Molteni spiega le ragioni che l’hanno spinto a prendere questa decisione: “Lascio Roma e scelgo il territorio. Vogliamo tornare alla Lega delle origini, il partito che fa politica in mezzo alla gente”. La Lega, al momento, ha deciso di correre da sola: niente coalizione con il PDL, quantomeno al primo turno, ma apertura verso alcune liste civiche della città. Tutte tranne Lavori in Corso di Bizzozero: “Massimo rispetto per le liste civiche, ma chi si è già candidato tre volte non può certo rappresentare il nuovo”. E inoltre aggiunge: “Questa campagna elettorale sarà una battaglia. Ci aspettiamo degli attacchi pesanti ma noi non risponderemo alle provocazioni, perché ci baseremo sui contenuti.

La partita è difficile e il primo risultato che cercheremo di raggiungere è il ballottaggio”. Grande assente alla conferenza stampa il sindaco di Cantù Tiziana Sala, anch’essa membro della Lega: “Và dato atto a Tiziana Sala che fare il sindaco non è certamente facile. Probabilmente oggi non c’è proprio perché sta facendo il sindaco. Ma sono sicuro che non mancherà il suo appoggio e il suo sostegno durante la campagna elettorale”. Dopo aver tracciato un bilancio tutto sommato positivo del cosiddetto “ventennio leghista” della città di Cantù, chiede comunque scusa alla cittadinanza per alcuni errori che inevitabilmente sono stati fatti e non rinuncia a togliersi qualche sassolino dalla scarpa: “Alcune delle ultime scelte fatte dal sindaco Sala, personalmente non le ho condivise. Solo per citarne due, la nomina di Lapetina e la revoca dell’assessore Simone Molteni. Il partito non ha condiviso queste scelte e a mio avviso sono state inopportune”. Al tavolo, presente anche l’ex sindaco Edgardo Arosio, in un primo momento favorito alla candidatura, che ricoprirà il ruolo di commissario politico della Lega, e il segretario provinciale Cristian Tolettini. In platea, anche il candidato sindaco per la Lega a Como, Alberto Mascetti.

Si parla di

Video popolari

Nicola Molteni candidato sindaco a Cantù per la Lega Nord

QuiComo è in caricamento