Minori stranieri, a Como il 10% della Lombardia. Appello del Comune

Il Comune di Como ospita e mantiene 77 minori stranieri non accompagnati, che corrispondono al 10% di quelli presenti in tutta la Lombardia (705). Da qui la necessità di ottenere nuove risorse dallo Stato. L'appello è stato lanciato oggi in...

Il Comune di Como ospita e mantiene 77 minori stranieri non accompagnati, che corrispondono al 10% di quelli presenti in tutta la Lombardia (705). Da qui la necessità di ottenere nuove risorse dallo Stato. L'appello è stato lanciato oggi in conferenza stampa a Palazzo Cernezzi, dove il sindaco Mario Lucini, l'assessore ai Servizi Sociali Bruno Magatti, l'assessore alla Legalità Marcello Iantorno e l'assessore alle Attività produttive, Gisella Introzzi, hanno presentato la lettera inviata dal Comune al presidente del consiglio dei ministri, ai ministeri dell'Interno e delle Politiche sociali, al prefetto, al presidente della Regione Lombardia e ai parlamentari comaschi.

Nella lettera viene illustrata la situazione comasca, dove sono assistiti e mantenuti 77 minori per un costo di oltre 40 euro al giorno per ciascuno. Solo nelle ul6time due settimane a Como sono arrivati 8 minori mentre dall'inizio dell'anno ne sono arrivati quasi una ventina. Il costo per assicurare a tutti i 77 minori il mantenimento è di oltre un milione di euro. L'assessore Magatti e il sindaco Lucini hanno evidenziato alcune peculiarità del Comune di Como rispetto ad altre città italiane e lombarde. Infatti, il territorio comasco si configura come meta quasi "ambita" dai minori stranieri non accompagnati, tanto è vero che il numero presente sul Comune di Como non è certo proporzionale a quelli di altre città. Per esempio, il Comune di Milano si deve fare carico di circa 125 minori: "Non c'è corrispondenza né proporzione tra i bilancio di Milano e di Como e il numero di minori che devono essere assistiti nelle due città". Il sindaco è stato chiaro: "Noi siamo obbligati a mantenere i minori stranieri che arrivano nella nostra città senza accompagnamento, ma se lo Stato non deciderà di erogare nuovi contributi (almeno 1 milione di euro, ndr) dovremo togliere i soldi da altre voci di bilancio".

Magatti ha poi posto l'accento sul fatto che i minori stranieri che giungono a Como "non arrivano certo dalla Svizzera, ma attraversano l'Italia. Non si capisce come possano giungere fino a noi senza che nessuno sia incaricato prima di prendersene cura. Il solo Comune di Como deve mantenere più minori stranieri di tutta l'intera regione Liguria dove ne sono presenti 55".

Si parla di

Video popolari

Minori stranieri, a Como il 10% della Lombardia. Appello del Comune

QuiComo è in caricamento