rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Politica

Barbara Minghetti: "L'ultima messa in scena del sindaco è imbarazzante"

Non si placa la "guerra" tra Alessandro Rapinese e la testata giornalistica che fa riferimento a Daniele Brunati

Non poteva passare inosservato il video del sindaco di Como Alessandro Rapinese, pubblicato sulla sua pagina Facebook e inviato alla stampa anche via mail, con il quale, insieme all'assessore Quagliarini, attacca ComoZero e Daniele Brunati, patron della Città dei Balocchi. Sulla vicenda (Chi paga le bollette in piazza Duomo 17?) interviene oggi Barbara Minghetti, consigliere di minoranza a Palazzo Cernezzi per La Svolta Civica.

"L’ultima messa in scena del sindaco e della sua fida assessora - scrive Minghetti insieme a Nessi e Vozella - tocca vette di imbarbarimento difficilmente immaginabili.  La tecnica è nota: cercare di delegittimare chiunque osi contraddirlo o far notare come la sua amministrazione sia non soltanto improntata al continuo oltraggio dell’opposizione, ma anche, sostanzialmente, inefficace. Il risultato è qualcosa di oggettivamente irriverente e non accettabile da chi ricopre tali cariche; peraltro utilizzando come sfondo un luogo, il Comune,  istituzionale e deputato all’amministrazione della città e di tutti i suoi cittadini. E così, nel mirino di un sindaco inadeguato al ruolo, vacuo e rancoroso è finito un organo di stampa che ha deciso di non salire sul carro dei vincitori e di non venir meno ai suoi doveri professionali. La totale solidarietà del Gruppo consiliare Svolta Civica a Como Zero, nella speranza che questa città, a partire dall’entourage del sindaco, si renda conto della  deriva  senza ritorno e dell’istigazione al contrasto negativo (se non odio) e non proficuo, imboccato da questa amministrazione".

Anche il PD si è unito al coro di indignazione contro Rapinese: "Pretendiamo le scuse pubbliche e immediate del sindaco Rapinese e dell’assessore Quagliarini, che con così tanto sprezzo del ruolo istituzionale, si sono resi protagonisti dell’ennesima vergognosa pagina della storia cittadina recente. Ci troviamo chiaramente davanti a un’amministrazione intollerante nei confronti dell’esercizio democratico del diritto di critica, di espressione, di cronaca. Da tempo ormai siamo testimoni dei sistematici tentativi del Primo cittadino di delegittimare le opposizioni in consiglio comunale. È evidente che la stessa strategia viene ora applicata anche al di fuori delle mura di Palazzo Cernezzi per ridurre al silenzio le voci dissonanti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Barbara Minghetti: "L'ultima messa in scena del sindaco è imbarazzante"

QuiComo è in caricamento