rotate-mobile
Politica

Civitas non rompe e rilancia l'unione del centrosinistra per il nuovo sindaco di Como

Ecco il manifesto elettorale del gruppo politico guidato da Bruno Magatti

Un manifesto elettorale esposto sui muri del centrosinistra da Civitas in vista delle elezioni 2022 per l'elezione del sindaco di Como. Un programma messo nero su bianco anche per spazzare le ipotesi che dal tavolo le voci che volevano nuovamente in corsa solitaria la compagine politica guidata da Bruno Magatti. Per ora non sarà certo così, nonostante le saette lanciate dalla Sardina Luca Venneri (autosospesosi da Civitas) alla candidatura di Barbara Minghetti, per ora non sarà certo Magatti a sbattere la porta in faccia al Pd. Ed ecco quindi il documento. 

"Al fine di agevolare la prosecuzione dei vari passaggi utili a definire la possibile realizzazione dell’alleanza delle forze di centro sinistra si propone una variazione nella strategia finora adottata e di focalizzare gli sforzi del tavolo di dialogo predisponendo un documento in cui fare sintesi dei seguenti aspetti:

– Obiettivi programmatici condivisi dalle varie forze politiche

- Perimetro della coalizione

Mettiamo al centro del nostro agire:

–     le persone nella solitudine dei propri problemi e difficoltà;

–      gli spazi e i beni pubblici;

–       il governo dei servizi essenziali per le persone e le famiglie;

–       la guida della politica sociale;

–       la cura e la gestione diretta del patrimonio storico e culturale

–       la necessità di farsi carico, anche a livello locale, del passaggio epocale reso urgente dell’emergenza climatica.

Per quanto riguarda la scelta del candidato sindaco non potremo che sostenere una persona capace di garantire una decisa svolta rispetto all’amministrazione precedente, sia per contenuti che per qualità.

In merito a tale scelta, per nulla indifferente ma cruciale, non potremmo quindi che sostenere una persona capace di:

–       garantire ai cittadini le competenze politiche necessarie per assicurare una solida ed efficace azione di governo.

–       interpretare ed essere voce di una visione e di una progettualità che assuma l’orizzonte sopra delineato.

–       affermare la centralità dell’interesse pubblico e la responsabilità dell’amministrazione comunale nella definizione degli obiettivi per la comunità e dei relativi indirizzi politici.

–       attuare un rigoroso controllo di gestione anche di ciò che è affidato a terzi, a tutela dei cittadini e di chi lavora.

–       riprendere la guida di settori decisivi per la vita dei cittadini, invertendo la rotta dell’amministrazione uscente (asili nido, mense scolastiche, azienda speciale dei servizi sociali).

–       promuovere la sostenibilità sociale e ambientale,

–       garantire la pluralità della vitalità culturale e la gestione pubblica del patrimonio storico monumentale e museale,

–       assicurare l’indipendenza dell’azione amministrativa, in modo affidabile e competente con una promessa di impegno leale.

–       Riteniamo altresì che la scelta del candidato/a non sia più procrastinabile sia per consentire allo stesso/a di essere regista di un programma condiviso, sia per dare un segnale positivo e di coesione ai cittadini, sia per non considerare la persona che dovrà candidarsi a tale incarico come un mero esecutore di scelte già fatte.

–       Occorre inoltre arrivare al più presto alla definizione dell’alleanza nelle sue componenti che dovrà farsi carico della costruzione dei contenuti che noi consideriamo prioritari.

Ribadiamo la volontà di lavorare ad un percorso unitario del centro-sinistra per presentarsi all’elettorato con scelte condivise in grado di fronteggiare il centro-destra e con una proposta credibile che rimetta in sesto la città dopo cinque anni di paralisi".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Civitas non rompe e rilancia l'unione del centrosinistra per il nuovo sindaco di Como

QuiComo è in caricamento