Politica Lungolago Mafalda di Savoia

Como, mobilitazione della sinistra nazionale per la protesta del 9 dicembre

Attesa anche la presidente della Camera Laura Boldrini

Mobilitazione alle stelle nel mondo della Sinistra nazionale in vista della manifestazione organizzata per il 9 dicembre 2017 a Como in risposta alla cosiddetta irruzione skinheads dello scorso 28 novembre alla riunione della rete pro migranti Como senza Frontiere al Chiostrino di Sant'Eufemia. 
Un episodio che sta tenendo banco non soltanto sul Lario ma a livello nazionale, scatenando polemiche e reazioni di solidarietà. 
"E' questo il fiore. Contro ogni fascismo e ogni intolleranza": è lo slogan scelto per la manifestazione comasca annunciata a pochi giorni dai fatti dal vicesegretario del Partito Democratico e ministro delle politiche agricole Maurizio Martina, che prenderà parte all'iniziativa.
Il ritrovo è fissato alle 11 al Monumento alla Resistenza Europea, sul lungolago Mafalda di Savoia. 

Molte le adesioni che in queste ore stanno arrivando da parte di esponenti del mondo politico italiano: il nome più atteso è sicuramente quello della presidente della Camera Laura Boldrini. 
Giovedì mattina il segretario regionale del Pd Alessandro Alfieri ha incontrato il questore di Como Giuseppe De Angelis proprio per fare il punto sulla manifestazione. Nelle prossime ore i vertici del PD terranno altri incontri interni per capire chi dei loro esponenti sarà presente.

Nei giorni scorsi avevano dato la propria adesione anche il leader del Pd Matteo Renzi, tra i primi a condannare l'accaduto, il ministro della giustizia Andrea Orlando e il ministro dell'istruzione Valeria Fedeli. Annunciata anche la presenza del sindaco di Milano Giuseppe Sala e di Giorgio Gori, sindaco di Bergamo e candidato alla presidenza di Regione Lombardia

Adesione anche da parte dei sindacati: per la Cgil confermata la presenza del segretario generale Susanna Camusso.
Tra le associazioni che sostengono la manifestazione anche l'Anpi (associazione nazionale partigiani) e l'Arci.
Il 9 dicembre sul palco ufficiale insieme al PD ci saranno anche i rappresentanti di Como senza Frontiere.
Mercoledì 6 dicembre la Questura aveva invece negato al partito di estrema destra Forza Nuova l'autorizzazione al presidio di protesta in programma sempre per sabato 9 dicembre alle 17.30 in piazza Vittoria. Il coordinatore regionale del partito Salvatore Ferrara aveva però annunciato comunque la presenza dei militanti e del coordinatore nazionale Roberto Fiore a Como.

Intanto giovedì 7 dicembre la digos e l'antiterrorismo hanno effettuato perquisizioni nelle abitazioni dei 13 militanti del Fronte Veneto Skinheads che hanno messo a segno l'irruzione: per 10 di loro è stato emesso il divieto di tornare a Como, come ha spiegato il questore in una conferenza stampa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Como, mobilitazione della sinistra nazionale per la protesta del 9 dicembre

QuiComo è in caricamento