Politica Via Luigi Cadorna

Don Malgesini al posto del generale Cadorna: Civitas sostiene la proposta d'intitolazione della strada

In città si discute sull'opportunità di eliminare dalla toponomastica la figura del generale della prima Guerra Mondiale

Sono passati esattamente sei mesi (era il 15 settembre 2020) dalla morte di don Roberto Malgesini, il prete ucciso in piazza San Rocco da una delle persone che aiutava. Nelle ultime settimane è stata lanciata la proposta, nemmeno molto provocatoria, di intitolare a don Roberto la strada che attualmente porta il nome del generale Luigi Cadorna. La proposta lanciata dall'avvocato Mario Lavatelli è stata raccolta, condivisa e rilanciata dal gruppo Civitas in occasione proprio dei sei mesi dalla scomparsa del prete. 
Con una sentita e dettagliata lettera aperta pubblicata sul proprio sito, Bruno Magatti a nome di Civitas riflette sull'opportunità di accogliere la proposta di Lavatelli e affronta e racconta con esauriente sintesi la figura di Cadorna in relazione ai drammatici eventi della Grande Guerra.

"Ricordo che non vi è altro mezzo idoneo per reprimere reati collettivi che quello di fucilare immediatamente i maggiori colpevoli e allorché accertamento identità personale non è possibile, rimane ai comandanti il diritto ed il dovere di estrarre a sorte tra gli indiziati alcuni militari e punirli con la pena di morte. A codesto dovere nessuno che sia conscio della necessità di una ferrea disciplina si può sottrarre ed io ne faccio obbligo assoluto indeclinabile a tutti i comandanti". Queste sono le parole sottoscritte da Cadorna nel novembre 1916 e che Civitas riporta nella lettera aperta per tracciare il profilo del personaggio storico al cui confronto la figura di Malgesini non può che apparire diametralmente opposta e più meritevole di essere ricordata come esempio di dedizione al prossimo.
Qui il testo integrale della lettera aperta di Civitas.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Don Malgesini al posto del generale Cadorna: Civitas sostiene la proposta d'intitolazione della strada

QuiComo è in caricamento