rotate-mobile
Mercoledì, 28 Settembre 2022
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il consiglio salva i posteggi gratis della giunta: cittadini in protesta

Forte protesta di cittadini in consiglio comunale di Como: l'aula ha bocciato la mozione presentata da Alessandro Rapinese (Adesso Como) che chiedeva di trasformare da gratuiti a pagamento i posteggi riservati a sindaco e assessori nel cortile di...

Forte protesta di cittadini in consiglio comunale di Como: l'aula ha bocciato la mozione presentata da Alessandro Rapinese (Adesso Como) che chiedeva di trasformare da gratuiti a pagamento i posteggi riservati a sindaco e assessori nel cortile di Palazzo Cernezzi. Il pubblico presente in aula, composto per lo più da manifestanti contro la Ztl, ha protestato con grida e slogan: "A casa!", "Vergogna!".

Il clima si è surriscaldato. Gli agenti di polizia locale hanno invitato la gente in protesta a uscire dall'aula. Il consigliere Vincenzo Sapere (Paco-Sel) è uscito nei corridoi chiedendo conto a gran voce dei motivi di certi slogan, come appunto "vergogna". "Io il posteggio non ce l'ho" ha tuonato Sapere. Anche il consigliere di maggioranza Raffaele Grieco è uscito dall'aula per opporsi alle accuse e critiche dei cittadini in protesta. Il sindaco Mario Lucini ha quindi deciso di incontrare e parlare con i commercianti e i cittadini.

Alla vista del primo cittadino gli animi si sono placati e il sindaco ha parlato con alcuni dei manifestanti del comitato ComoDiTutti tra i quali la portavoce Ornella Gambarotto. La mozione è stata bocciata con 18 voti contrari (tutti di maggioranza), 7 favorevoli (in opposizione) e tre astenuti (il sindaco, il presidente del consiglio comunale Franco Fragolino e il leghista Diego Peverelli). Non hanno partecipato al voto Laura Bordoli ed Enrico Cenetiempo.

La serata ha riservato anche altri momenti di tensione, come quello tra il leg hista Peverelli e il consigliere del PD e Vito De Feudis. Peverelli ha accusato la maggioranza e in particolare De Feudis di cercare di impedire ai consiglieri di opposizione di prendere parola. Peverelli ha ricordato a De Feudis le sue dichiarazioni riguardo ai posteggi agevolati per gli amministratori comunali, quando ha detto che per lui è giusto che esistano tali agevolazioni poiché gli amministratori lavorano per la città.

Si parla di

Video popolari

Il consiglio salva i posteggi gratis della giunta: cittadini in protesta

QuiComo è in caricamento