Politica

Maggioranza "battuta" dall'opposizione: "Serve più dialogo"

Maggioranza battuta dall'opposizione. I consiglieri di centrosinistra a Palazzo Cernezzi criticano l'opposizione ma allo stesso tempo fanno autocritica e ammettono: "Bisogna riaprire il dialogo con le minoranze". La seduta di ieri sera, infatti...

marco-tettamanti

Maggioranza battuta dall'opposizione. I consiglieri di centrosinistra a Palazzo Cernezzi criticano l'opposizione ma allo stesso tempo fanno autocritica e ammettono: "Bisogna riaprire il dialogo con le minoranze". La seduta di ieri sera, infatti, ha dimostrato che l'attività di opposizione dei gruppi di minoranza, in particolare quella del leghista Diego Peverelli, può talvolta mettere in seria difficoltà la maggioranza del sindaco Mario Lucini. Tanto è vero che ieri il consiglio non è riuscito a votare la delibera sull'addizionale Irpef perché alle 2 del mattino la maggioranza non aveva più i numeri per approvarla sebbene proprio dai banchi del PD era arrivata la richiesta alle 22.45 di proseguire la seduta ad oltranza fino al voto.

Serve più dialogo, dicono i rappresentanti dei gruppi che sostengono Lucini. Lo dice, per esempio, Marco Tettamanti, capogruppo di Como Civica: "Non dobbiamo avere chiusure e certo arrivare all'ultimo momento con delibere così importanti e delicate, come quelle sull'Irpef e su bilancio, non aiuta nessuno, ma è colpa delle continue incertezze a livello statale che non permettono di preparare prima questi importanti documenti. Ad ogni modo non c'è alcuna sottolettura politica in quanto successo. La maggioranza alle 2 non aveva più il numero legale solo perché molti erano stanchi ed era evidente l'intenzione legittima ma ostruzionistica dell'opposizione che ha presentato più di quaranta emendamenti".gioacchino-favara

Anche Gioacchino Favara, consigliere del PD, parla della necessità di dialogare con le minoranze: "Quando si discutono temi così delicati è ovvio che le opposizioni vogliano dire la loro e non accogliere nessuna delle loro richieste porta la situazione a degenerare. Vanno ricostruiti i rapporti con la minoranza con la quale dobbiamo riaprire un dialogo costruttivo. Ieri abbiamo chiesto l'oltranza perché credevamo di riuscire a finire in una seduta ma poi la stanchezza ha avuto la meglio".

luigino-nessi

Anche Luigino Nessi di Paco-Sel insiste sulla questione "dialogo": "Capisco le posizioni diverse tra maggioranza e opposizione ma dobbiamo pensare tutti al bene della città perché situazioni come quelle di ieri sera fanno il male di Como. Per questo auspico da una parte e dall'altra il tentativo di riaprire il dialogo".

Leggermente differente la posizione espressa dal capogruppo del PD Andrea Luppi:

andrea-luppi"La maggioranza davanti ai tanti emendamenti presentati dall'opposizione ha cercato un dialogo con Peverelli il quale, però, ci ha risposto male. Sapendo a cosa andavamo incontro abbiamo allora chiesto l'oltranza. Ma l'opposizione non può interpretare ogni nostra fase e azione come un'offesa, dopotutto abbiamo obiettivi politici da realizzare e se siamo convinti delle nostre scelte le portiamo avanti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maggioranza "battuta" dall'opposizione: "Serve più dialogo"

QuiComo è in caricamento