Mercoledì, 23 Giugno 2021
Politica

"La Lega Nord alle elezioni di Como andrà da sola"

Elezioni a Como 2012. I nomi dei possibili candidati sindaco del centrodestra? Per il Pdl: Enrico Gelpi, Alessio Butti, Sergio Gaddi, Maurizio Traglio. Per la Lega Nord: Alberto Mascetti, Marco Ambrosini, Leonardo Carioni, Armando Selva, Diego...

Elezioni a Como 2012. I nomi dei possibili candidati sindaco del centrodestra? Per il Pdl: Enrico Gelpi, Alessio Butti, Sergio Gaddi, Maurizio Traglio. Per la Lega Nord: Alberto Mascetti, Marco Ambrosini, Leonardo Carioni, Armando Selva, Diego Peverelli. Come si può notare i due elenchi di nomi sono divisi. Già, perché è ormai cosa certa che alle elezioni di Como del 2012 la Lega Nord correrà da sola. Lo hanno affermato l'ex ministro agli Interni del Carroccio, Roberto Maroni, e l'europarlamentare Matteo Salvini, in occasione della loro presenza venerdì sera al Grand Hotel di Tavernola dove si è svolto un incontro sui temi della criminalità organizzata. Una linea, quella di andare da soli alle elezioni amministrative, che non sarà adottata solo a Como e provincia ma anche in tutti gli altri territori. Lo stesso parlamentare canturino, Nicola Molteni, ha spiegato che "questa è la linea emersa chiaramente anche nella giornata di oggi in occasione dell'inaugurazione del parlamento padano a Vicenza".

Lega e Pdl divorziano definitivamente in vista delle elezioni amministrative. Molteni ha commentato: "Ad oggi, con questa situazione politica nazionale e con il Pdl che rompe l'alleanza con la Lega decidendo di sostenere Monti e il suo governo delle tasse, la Lega non può che correre da sola". Il rischio concreto non è di consegnare il territorio comasco in mano al centrosinistra? "la domanda andrebbe girata al Pdl: sono loro che non hanno cambiato linea. Noi siamo rimasti fedeli a quanto da sempre affermato. Non vogliamo sostenere un governo che metta le mani nelle tasche dei cittadini. Il Pdl si prende questa responsabilità in tutta coscienza?".

L'obbiettivo, ora, è di lavorare per la predisposizione del programma elettorale per poi precedere con l'individuazione del candidato sindaco della città di Como. "Non abbiamo nessun problema per quanto riguarda la scelta del candidato sindaco - ha spiegato Molteni - i nomi, infatti, non mancano. Ma esprimeremo il candidato con tempi e modi che indicheremo più avanti, dopo avere lavorato bene al programma elettorale". I nomi dei papabili candidati sindaco sono noti: Alberto Mascetti (presidente del CPT e direttore di ComoDepur), Armando Selva (ex presidente della Provincia di Como, ex sindaco di Cantù ed ex presidente del Casinò di Campione d'Italia), Leonardo Carioni (presidente dell'amministrazione provinciale e fedele pupillo di Bossi) e Diego Peverelli (ex assessore comunale all'Ambiente) e Marco Ambrosini.

Anche per il Pdl non mancano i nomi papabili. Si parla di Enrico Gelpi, attuale presidente nazionale dell'Aci, e l'imprenditore Maurizio Traglio. Nel caso di Gelpi potrebbe fare la differenza la conferma o la mancata conferma alla presidenza dell'Aci (attesa nelle prossime settimane), mentre per Traglio si tratta di una sorta di autocandidatura, non uscita direttamente dalla bocca di qualche colonnello del Pdl comasco, anche se in verità il senatore Alessio Butti (coordinatore provinciale del Pdl) ha speso parole positive nei confronti di Traglio senza assolutamente escludere a priori la possibilità di una sua candidatura. Tuttavia, bisogna dire che proprio Butti è uno dei nomi più ricorrenti per il possibile candidato. Altro nome è quello di Sergio Gaddi, assessore alla Cultura del Comune di Como, che voci di palazzo danno ben deciso a sgomitare per candidarsi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La Lega Nord alle elezioni di Como andrà da sola"

QuiComo è in caricamento