Domenica, 20 Giugno 2021

Lavori del lungolago, l'azienda chiede altri 11 milioni al Comune

L'azienda che sta eseguendo i lavori sul lungolago di Como chiede 11 milioni di euro al Comune. A tanto ammontano le cosiddette riserve avanzate dall'impresa veneta. Il dato è stato annunciato dal sindaco Mario Lucini in consiglio comunale...

L'azienda che sta eseguendo i lavori sul lungolago di Como chiede 11 milioni di euro al Comune. A tanto ammontano le cosiddette riserve avanzate dall'impresa veneta. Il dato è stato annunciato dal sindaco Mario Lucini in consiglio comunale (giovedì 19 giugno 2014). Questi 11 milioni comprendono diverse voci per le quali Sacaim chiede un corrispettivo. Siccome si trattano di riserve saranno oggetto di verifica e di una sorta di trattativa. Infatti, non è la prima volta che Sacaim avanza riserve. In passato ha chiesto quasi 7 milioni di euro all'amministrazione comunale che sono poi diventati 2,8 milioni a seguito di un cosiddetto "accordo bonario".

Le "riserve", in sintesi, rappresentano la richiesta da parte dell'azienda appaltatrice del pagamento di costi aggiuntivi subentrati in corso d'opera.

La richiesta di riserve per 11 milioni comprende, come detto, varie voci, come il pagamento per ogni giorno di fermo cantiere richiesto dal Comune, alcune opere realizzate e la contestazione di alcuni prezzi. Di questi 11 milioni circa 4 sono riferiti ad alcune modifiche progettuali decise e approvate dalla precedente amministrazione capitanata dall'ex sindaco Stefano Bruni.

Va ricordato che il fermo cantiere è stato deciso dall'amministrazione comunale a seguito della convinzione che il prosieguo dei lavori decisi dalla precedente amministrazioni potessero causare problemi idrogeologici con conseguenti danni per edifici circostanti. Tale convinzione sarebbe comprovata dal risultato di alcune ulteriori analisi del sottosuolo volute dall'amministrazione Lucini. Si tratta delle cosiddette "consulenze" che il Comune dell'era Lucini ha affidato a società esterne e agli atenei universitari. Anche queste consulenze, che ammontano a circa 500mila euro, sono state oggetto dell'intervento del sindaco: "Si tratta di consulenze che sono state già rese note nel corso del tempo. Le notizie di stampa degli ultimi giorni non hanno aggiunto nulla".

Finora la stima del costo finale dei lavori della realizzazione del nuovo lungolago e delle paratie era di circa 31 milioni di euro. Ora tali costi sembrano destinati a lievitare ulteriormente anche se è impossibile dire con certezza, almeno fino a quando non sarà definita la cifra che il Comune dovrà corrispondere a Sacaim in base alle nuova richiesta di riserve.

Si parla di

Video popolari

Lavori del lungolago, l'azienda chiede altri 11 milioni al Comune

QuiComo è in caricamento