Sabato, 25 Settembre 2021
Politica

Laura Bordoli lascia il Pdl: "Nessun segnale di rinnovamento"

Laura Bordoli, capogruppo del Pdl in consiglio comunale a Como, abbandona il partito. Lo ha annunciato oggi con un comunicato stampa in cui spiega le motivazioni. Bordoli, eletta in consiglio dopo una campagna elettorale come candidata sindaco di...

Laura Bordoli, capogruppo del Pdl in consiglio comunale a Como, abbandona il partito. Lo ha annunciato oggi con un comunicato stampa in cui spiega le motivazioni. Bordoli, eletta in consiglio dopo una campagna elettorale come candidata sindaco di Como per il Pdl, è la prima ad ufficializzare l'uscita dal gruppo consiliare comasco. Aderirà al gruppo misto. Anche Marco Butti, però, ha anticipato la sua fuoriuscita dal Pdl per aderire a Fratelli d'Italia di Ignazio La Russa.



"Mi ero riservata tutte le vacanze per riflettere con calma sulla situazione e attendere anche le liste e i programmi - ha spiegato Bordoli - per capire quanto di nuovo fosse rimasto nel partito che rappresentavo all'interno del consiglio comunale nel mio ruolo di capogruppo, ma ritengo opportuno, alla luce delle indiscrezioni più o meno fondate che sono emerse sui giornali, anticipare le mie decisioni. Riparto dalle motivazioni che mi avevano spinto a candidarmi a Como e che erano di puro servizio per la mia città in una situazione di difficoltà, scelta che avevo fatto all'interno di un partito di centrodestra che manifestava volontà di cambiamento e che era intenzionato a lasciare spazio alla società civile".

L'ex candidata sindaco del Pdl ha poi espresso alcune critiche al partito: "Da un paio di mesi riflettevo sul disagio di rappresentare un partito che non dava segnali chiari di rinnovamento, trascinando una situazione che poteva solo confondere gli elettori di centrodestra. Consapevole che il ruolo di capogruppo non si può limitare al mero lavoro all'interno del Comune di Como, ma deve essere anche quello di sostenere in una campagna elettorale le proposte e le liste del partito che rappresenta, ritengo corretto lasciare spazio a chi intende proseguire su questa strada".Quali siano i propositi di Bordoli per il futuro, al momento è chiaro.

La consigliera comunale parla di "una pausa" per "valutare serenamente e senza fretta quali e con chi saranno i miei eventuali impegni futuri, che non possono che andare nella direzione del rinnovamento, della pulizia delle liste, delle persone che si impegnano per il bene comune e per questo non mi fa paura perdere magari qualche opportunità di carriera politica personale".Quello che assicura Bordoli è che il suo impegno politico continuerà: "Non verrò meno al mio impegno con i cittadini che mi hanno votato, e continuerò a impegnarmi all'interno del consiglio comunale come ho fatto finora, collaborando con tutti coloro che portano avanti idee e proposte positive per la nostra città, ma anche lottando contro una maggioranza che al momento mi sembra davvero non realizzare le promesse elettorali fatte ai comaschi".

Infine, la Bordoli ringrazia l'ex coordinatore Alessio Butti, il vice Patrizio Tambini e "tutti coloro che hanno fatto parte della mia lista, i giovani del partito e tutti i miei sostenitori che mi hanno accompagnato in questo percorso e che mi hanno dato l'opportunità di lavorare per la mia città"



.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Laura Bordoli lascia il Pdl: "Nessun segnale di rinnovamento"

QuiComo è in caricamento