Domenica, 13 Giugno 2021
Politica Viale Lorenzo Spallino, 1

A processo per la marcia per la pace di Como: assolto Jacopo

Vittoria per l'attivista che aveva aiutato i migranti alla stazione San Giovanni nel 2016: la questura lo aveva allontanato da Como

Jacopo Mascheroni

Assoluzione con formula piena per Jacopo Mascheroni, l'attivista comasco imputato per aver violato il foglio di via ricevuto dalla Questura cittadina partecipando alla Marcia della Pace del gennaio 2017.
Lunedì 24 giugno 2019 in Tribunale a Como la sentenza: assolto perchè il fatto non sussiste. Accolte, dunque, le istanze della difesa. La partecipazione di Jacopo a quella manifestazione non è considerata come pericolosa per l’ordine pubblico. I fatti sono quelli dell'estate 2016: Jacopo ha fatto parte delle molte persone che si sono attivate per sostenere le centinaia di migranti bloccati alla stazione di Como San Giovanni. 

"Sono contento - ha raccontato Jacopo a QuiComo- sia perchè avere una condanna da sostenere non sarebbe stato facile sia perchè sarebbe stato brutto se fosse stato sdoganato il fatto che gesti come quelli che ho compiuto e di cui vado fiero costassero una condanna penale. Non era scontato -afferma Mascheroni- che si levasse una voce diversa rispetto a quella della questura e del prefetto".

Intorno alla sua vicenda si è creata una grande attenzione e una grande solidarietà, come quella manifestata in centro Como domenica 23 giugno: "Questa cosa mi rassicura -ha spiegato Jacopo-perchè significa che c'è gente che ha a cuore questa questione e condivide certi pensieri. E' un buon segno il fatto di ottenere questa piccola vittoria che si inserisce in un quadro più grande ceh è quello della persecuzione dei migranti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A processo per la marcia per la pace di Como: assolto Jacopo

QuiComo è in caricamento