Politica

Laglio toglie l'imposta di soggiorno, Anzaldo: "Il Comune di Como segua l'esempio"

Il consigliere comunale della lista Rapinese Sindaco pronto a formulare una proposta analoga per il capoluogo

Il Comune di Laglio ha sospeso l'imposta di soggiorno per l'anno 2020. I turisti non dovranno più versare tale imposta e, quindi, gli operatori delle strutture ricettive non dovranno più richiederla ai loro ospiti né tantomeno darsi pena per versarla nelle casse comunali nei tempi e nei modi imposti dal relativo regolamento comunale.

anzaldo-fulvio

Quello di Laglio potrebbe diventare un esempio per altri Comuni comaschi, e forse anche per il capoluogo. Infatti, il consigliere di opposizione Fulvio Anzaldo (lista Rapinese Sindaco) è convinto che questa scelta si inquadri in un'ottica di rilancio turistico. "Sicuramente è un segnale piccolo ma importante che un'amministrazione comunale può dare - commenta Anzaldo - e anche se nell'immediato può sembrare che si rinunbci a degli introiti, in realtà guardando in prospettiva può significare dare uno stimolo ulteriore al rilancio dell'economia turistica. Come ben evidenziato dal Comune di Laglio, m anche da altre amministrazioni di città simili alla nostra, come ad esempio Lucca, l sospensione dell'imposta di soggiorno si inquadra in un'ottica di sussidiarietà, cioè dare il proprio supporto alle utenze che hanno accusato i maggiori danni e disagi dovuti al lockdown per colpa del covid".
L'eliminazione dell'imposta di soggiorno aiuterebbe inoltre a sgravare gli operatori turistici delle strutture ricettive dalle incombenze per l'incasso e il versamento dell'imposta. E' probabile che Anzaldo formalizzerà la proposta al consiglio comunale nei prossimi giorni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Laglio toglie l'imposta di soggiorno, Anzaldo: "Il Comune di Como segua l'esempio"

QuiComo è in caricamento