Il PD attacca: mafia a Como, silenzio incomprensibile del Pdl

Si è svolta questa mattina nella sede del Pd in via Regina Teodolinda a Como la conferenza stampa per affrontare il tema della presenza della criminalità organizzata a Como. Duri gli attacchi alle forze politiche del centro detsra, Pdl e Lega Nord...

Si è svolta questa mattina nella sede del Pd in via Regina Teodolinda a Como la conferenza stampa per affrontare il tema della presenza della criminalità organizzata a Como. Duri gli attacchi alle forze politiche del centro detsra, Pdl e Lega Nord, accusati di non avere manifestato reazioni allo "shok" (come lo ha definito la onorevole Chiara Braga) per i presunti rifiuti tossici sepolti sotto il nuovo ospedale Sant'Anna. Intanto è stato annunciato l'incontro di domani, alle 21 in via Como a Cantù, per parlare di mafia con Nando Dalla Chiesa, Grazia Villa e il presidente dei costruttori edili di Como, Valentino Carboncini.

Silenzio incomprensibile - Il segretario provinciale del Pd, Luca Corvi, ha criticato duramente il Pdl e la Lega: "Dobbiamo constatare purtroppo che siamo l'unica forza politica che ha il coraggio di affrontare questo tema. La settimaa scorsa abbiamo chiesto a tutte le forze politiche, in Provincia e in Comune, di dare un forte segnale di vicinanza ai cittadini e alle imprese, ma di risposte non ce ne sono state".

Una commissione d'inchiesta - La consigliera provinciale del Pd, Rosangela Arrighi, ha spiegato che già "la settimana scorsa abbiamo chiesto la convocazione della commissione Sant'Anna, ma non c'è stata data nessuna risposta". La Arrighi ha poi illustrato l'interpellanza presentata in consiglio provinciale in serata per chiedere "quale risulti essere alla Provincia lo stato delle citate vicende (i rifiuti tossici che forse sono stati spolti sottoil nuovo ospedale dalla ditta Perego Strade) sia sul versante della situazione dell'ospedale che relativamente alla presenza e attività sul nostro territorio dell'intrezzio tra criminalità organizzata, attività economiche, opere pubbliche". L'interpellanza chiede poi la "costituzione di una commissione d'inchiesta" proponndo "modalità di lavoro congiunto con eventuali analoghi strumenti attivati dal Comune di Como che si occupi dell'intera vicenda relativa al nuovo ospedale Sant'Anna".

Nessuna reazione allo shok - Dura anche l'accusa dell'onorevole Braga che ha definito "uno shok" la notizia dei presunti rifiuti tossici sepolti sotto il nuovo ospedale da soggetti legati alla criminalità organizzata: "Mi aspettavo una forte reazione da parte di tutte le forze politiche, ma questa reazione non c'è stata".

Si parla di

Video popolari

Il PD attacca: mafia a Como, silenzio incomprensibile del Pdl

QuiComo è in caricamento