Mercoledì, 29 Settembre 2021
Politica

Il consiglio salva Iantorno: bocciata la mozione di sfiducia

Con 7 voti favorevoli e 18 contrari, la mozione di sfiducia a Marcello Iantorno, assessore al Patrimonio (e Cimiteri) è stata bocciata. Il dibattito iniziato lunedì scorso si è concluso poco dopo le 23 con le dichiarazioni di voto. Solo...

Con 7 voti favorevoli e 18 contrari, la mozione di sfiducia a Marcello Iantorno, assessore al Patrimonio (e Cimiteri) è stata bocciata. Il dibattito iniziato lunedì scorso si è concluso poco dopo le 23 con le dichiarazioni di voto. Solo l'opposizione ha annunciato di votare a favore della sfiducia, ad eccezione di Laura Bordoli di NCD e Marco Butti di FdI. La sfiducia è stata presentata da Luca Ceruti (M5S). Tra le motivazioni per le quali il pentastellato ha chiesto le dimissioni di Iantorno c'era, soprattutto, la "perdita di quattro anni di tempo durante i quali l'amministrazione avrebbe potuto realizzare il nuovo forno crematorio". Forno che, per inciso, è attualmente fuori uso e obbliga i parenti a trasferire la salma dei loro cari estinti in altre città per la cremazione. Secondo Ceruti l'assessore era in possesso di documenti relativi a un project financing che se portato avanti avrebbe potuto dare alla città il nuovo forno crematorio. Dal canto suo Iantorno ha negato di avere la competenza in merito e ha demandato la responsabilità dei lavori del forno al settore Lavori pubblici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il consiglio salva Iantorno: bocciata la mozione di sfiducia

QuiComo è in caricamento