Politica

Ha criticato parentopoli, sorteggiato come scrutatore

E' casuale, perché la sua nomina è avvenuta per sorteggio, ma proprio per questo si potrebbe parlare di ironia della sorte per il consigliere comunale di Como, Luca Ceruti del Movimento 5 Stelle in opposizione. Ceruti circa due settimane fa aveva...

E' casuale, perché la sua nomina è avvenuta per sorteggio, ma proprio per questo si potrebbe parlare di ironia della sorte per il consigliere comunale di Como, Luca Ceruti del Movimento 5 Stelle in opposizione. Ceruti circa due settimane fa aveva criticato molto i metodi di scelta degli scrutatori per le elezioni da parte della commissione elettorale. Il "grillino" aveva anche segnalato la presenza tra gli scrutatori nominati di tutti i quattro figli del capogruppo del PD Stefano Legnani. Proprio Ceruti è stato, però, estratto per fare lo scrutatore. Evidentemente perché alcune delle persone precedentemente nominate hanno rifiutato l'incarico e quindi l'ufficio del settore elettorale di Palazzo Cernezzi ha dovuto procedere al sorteggio per trovare i sostituti.

"Premetto che è un mio errore essere ancora iscritto nella lista degli scrutatori - ha commentato Ceruti - visto che ricopro attualmente una carica politica. Però abbiamo orgogliosamente condotto una battaglia affinché come scrutatori si scelgano preferibilmente disoccupati, studenti o più in generale chi non ha un reddito certo. Siamo sempre più convinti che questa scelta sia stata giusta, lecita e legittima ed è nostra intenzione continuare a sostenerla perché rappresentativa dei principi di solidarietà propri del Movimento 5 Stelle".

Dopo queste premesse il consigliere Ceruti afferma di non avere intenzione di accettare l'incarico di scrutatore: "Risulta difficile scegliere tra ciò che ho annunciato poco fa e il senso civico, fra coscienza e dovere. La mia nomina è avvenuta per estrazione, pertanto dovrei accettarla per senso civico. Accettarla, però, vorrebbe dire penalizzare la persona che verrebbe estratta al mio posto, sia che sia un disoccupato oppure un lavoratore, chiunque sia chiamato a sostituirmi ed avente diritto di ricoprire tale ruolo. Ritengo di adempiere in maniera altrettanto efficace e utile al dovere morale, anche come rappresentante delle istituzioni, accettando la nomina come rappresentate di lista per il MoVimento 5 Stelle, ruolo che svolgo a titolo gratuito come tutti i rappresentanti di lista del Movimento 5 Stelle, come gratuitamente svolgo la mia intera attività politica all'interno del consiglio. Ceruti ha poi concluso: "Oggi ritengo più adeguato alla mia maturazione politica e più coerente con il pensiero dei cittadini che cerco di rappresentare, mettermi a disposizione del Movimento 5 Stelle e della comunità come rappresentante di lista e come controllore delle operazioni elettorali".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ha criticato parentopoli, sorteggiato come scrutatore

QuiComo è in caricamento