menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Guarisco (PD): "Per colpa di Comocalor, da una settimana 400 comaschi senza acqua calda"

"Siamo a termine concessione: forse vale la pena ripensare al fornitore"

“Da quasi una settimana 400 persone di Albate sono senza acqua calda sanitaria, lo stesso problema c’è anche in via Montelungo”. A denunciarlo è Gabriele Guarisco, consigliere comunale del Partito Democratico di Como, che aggiunge: “Viene a mancare un servizio importantissimo, specie in un momento delicato per la salute di tutti come questo”. Alla base dell’intervento del politico, una domanda: Comocalor ha intenzione di risolvere questa situazione e i problemi di servizio che da mesi colpiscono in particolare la periferia Sud di Como? I consiglieri di minoranza sarebbero pronti a chiedere l’intervento della Protezione Civile.

“Qualsiasi fornitore di una qualsiasi utenza annuncia i lavori e le conseguenti interruzioni di servizio in anticipo e risolve il problema nel minor tempo possibile – continua Guarisco -, solo Comocalor apre il cantiere e centinaia di comaschi restano senza un servizio essenziale come l’acqua calda per una settimana intera: se l'installazione di scaldacqua elettrici provvisori per ovviare alle interruzioni non ha dato i risultati sperati, la società non può limitarsi a fare spallucce”. Il consigliere si fa poi portavoce dei racconti raccolti dal suo gruppo in questi giorni, racconti in cui molti cittadini dico di aver difficoltà anche solo a contattare l’azienda. “Forse – conclude Guarisco - visto che siamo arrivati quasi a termine concessione, è il caso si pensi attentamente a chi affidare la rete in futuro”. 


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Lombardia, nuova ordinanza: intere province in arancione "scuro"

Coronavirus

Covid: ecco come prosegue il piano vaccinale a Como

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento