Politica

Allarme spaccate in centro Como, il grido di Confesercenti: "Urgente un tavolo per la sicurezza"

Il presidente Casartelli: "I ladri sanno di agire in un territorio poco presidiato durante le ore notturne che garantisce loro l'impunità"

Le vetrine sfondate al negozio Tim di via Milano a Como (25 maggio 2018)

Dopo due spaccate nel giro di pochi giorni in due zone centrali della città (al negozio Tim di via Milano e all'Unieuro di viale Lecco) Confesercenti lancia l'allarme sicurezza a Como.

Lo fa con una nota ufficiale del presidente Claudio Casartelli: "E' evidente a questo punto che nella città di Como vi è un problema di sicurezza - scive- Prima la spaccata in un negozio in via Milano e ora in un altro in viale Lecco: si tratta di vie centralissime e non periferiche. Se i ladri arrivano ad agire e a ripetere un furto con analoghe modalità pochi giorni dopo il primo è perché sanno di agire in un territorio poco presidiato durante le ore notturne che garantisce loro l'impunità".

Da qui la richiesta urgente dell'istituzione di un tavolo che abbia al centro la questione sicurezza: "Chiediamo alle istituzioni tutte - conclude Casartelli- di convocare un tavolo di confronto per individuare e attuare le necessarie contromisure per garantire la sicurezza delle attività commerciali e dei cittadini". 

Sia in via Milano che in viale Lecco i ladri hanno agito sfondando le vetrine con dei tombini per poi rubare. Proprio il titolare del centro Tim di via Milano aveva denunciato ai microfoni di QuiComo il poco controllo della zona. Qui la video intervista.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allarme spaccate in centro Como, il grido di Confesercenti: "Urgente un tavolo per la sicurezza"

QuiComo è in caricamento