Como, blitz di Forza Nuova: striscione contro la Cgil nella sede di via Italia Libera

Il sindacato: "Ci temono perchè siamo antifascisti e impegnati a difendere i lavoratori"

Lo striscione di Forza Nuova

Blitz dei militanti di Forza Nuova nella notte tra martedì 22 e mercoled 23 maggio 2018 alla sede del Caaf  della Cgil: fuori dagli uffici di via Italia Libera a Como hanno appeso uno striscione con la scritta eloquente "Lavorare per vivere, non per morire". 

"Si tratta dell'ennesimo episodio intimidatorio nel giro di pochi mesi - afferma la Cgil in un comunicato ufficiale- sempre contro le nostre sedi. Purtroppo le nuove destre estremiste rialzano la testa in questo Paese e sempre più spesso scelgono come bersaglio la Cgil. Vogliono impaurirci, indebolirci e probabilmente mirano anche a screditarci. La verità -prosegue la nota- è che ci temono perché siamo un grande sindacato confederale, quotidianamente impegnato a tutelare il lavoro e i lavoratori. Oltre a fare da argine alla destrutturazione dei diritti, siamo antifascisti e impegnati, insieme ad altre realtà, a difendere la struttura democratica del Paese, impedendo le reminescenze di un passato che ha lasciato solo danni, vittime e restrizioni di libertà. Siamo ogni giorno impegnati con i nostri rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza a pretendere il rispetto delle norme e a denunciare le inadempienze dei datori di lavoro. Se Forza Nuova s'informasse di più-conclude il sindacato-saprebbe che fra qualche giorno, il 28 maggio, si terrà la giornata provinciale sulla sicurezza organizzata e promossa da noi con l'Agenzia di tutela della salute e la Prefettura".

Una modalità, quella degli striscioni provocatori, utilizzata già in passato da Forza Nuova come avvenuto nel settembre 2017 quando in piazza a Cantù apparve uno striscione anti immigrazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Como, anche Natale e capodanno in casa: ristoranti chiusi, il nuovo Dpcm cambia direzione

  • Cantù, Lidl chiuso fino al 29 novembre per aver violato il Dpcm. Le scarpe non c'entrano nulla

  • Zona arancione, cosa si può fare a Como da domenica 29 novembre

  • Como, chiuso il bar Mitico: multati anche i clienti che consumavano sul posto cibi e bevande

  • Como in zona arancione da domani o dal 4 dicembre? Ma cambia poco

  • Como e la Lombardia da domenica volano in zona arancione, riaprono tutti negozi

Torna su
QuiComo è in caricamento