Accampamento migranti a Como, idea di Confesercenti: recintare il portico dell'ex chiesa di San Francesco

Lettera a sindaco e prefetto: la situazione di degrado ha superato i livelli di tollerabilità

Un'inferriata per impedire a chiunque di accamparsi sotto il portico dell'ex chiesa di San Francesco. E' uno dei quattro interventi che Claudio Casartelli, presidente di Confesercenti Como, ha chiesto con urgenza al prefetto Ignazio Coccia e al sindaco Mario Landriscina con una lettera inviata il 29 agosto 2018. 

Eccellenza, Signor Sindaco,
mi trovo costretto a scrivere Loro perché la situazione di degrado che da mesi si protrae a Como sotto il porticato dell’ex chiesa di San Francesco e attorno al Tribunale ha superato da settimane i livelli di tollerabilità e sta scatenando tensioni sociali sempre più
acute ed esasperate con i residenti, con gli operatori del mercato e con i cittadini che si trovino a transitare in zona.
Da mesi, nell’indifferenza delle Istituzioni che non sono intervenute, uno svariato numero di persone: si accampa e trascorre la notte nei luoghi indicati, in condizioni di scarsissima igiene personale; espleta i propri bisogni fisiologici a cielo aperto generando grandissimo maleodore e situazioni di pericolo igienico-sanitario; si ubriaca, litiga e genera alterchi tra le
stesse persone, con i residenti e con gli operatori del mercato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come Confesercenti sono mesi che denunciamo questa situazione ed ora ci troviamo obbligati a chiedere il Loro pronto ed ineludibile intervento per:
1) Ridare dignità alle persone accampate, spostandole coattivamente in una struttura autorizzata dove possano dormire, lavarsi e possano essere seguite da professionisti per il loro reinserimento sociale
2) Installare una inferriata che impedisca a chiunque di accamparsi sotto San Francesco
3) Sanicare tutta l’area dove per mesi sono stati depositati escrementi e urina
4) Vietare il pernottamento e l’espletamento di bisogni fisiologici all’aperto in tutta l’area di San Francesco e del Tribunale Conto su un Loro autorevole e pronto intervento per risolvere una situazione di degrado protrattasi già per troppo e lungo tempo nell’indifferenza delle Istituzioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A Como la gara a chi mangia più arrosticini: il record da battere è 51

  • Quattro ristoranti? Di più, ecco chi sono i master chef lariani

  • I 7 migliori ristoranti dove mangiare etnico a Como

  • Studente positivo al covid al liceo Giovio di Como. E adesso cosa succede?

  • L'Orrido di Nesso, la cascata che fa paura e rumore quando piove

  • Incidente sulla A9 in direzione Como a causa di un cervo: lunghe code

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
QuiComo è in caricamento