menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
dav-495

dav-495

Emergenza migranti, la Lega rinuncia a incontrare il prefetto e prepara una "grande manifestazione"

La Lega Nord di Como abbandona l'idea di incontrare sindaco e prefetto per capire meglio quali siano i piani per la gestione dell'emergenza migranti in città. "La Lega ha incontrato il prefetto Bruno Corda prima ancora che arrivasse la decisione...

La Lega Nord di Como abbandona l'idea di incontrare sindaco e prefetto per capire meglio quali siano i piani per la gestione dell'emergenza migranti in città. "La Lega ha incontrato il prefetto Bruno Corda prima ancora che arrivasse la decisione di allestire un campo-ghetto per clandestini - ha commentato il segretario cittadino del Carroccio, Alessandra Locatelli - in una nota stampa diffusa oggi -. Definiamo inutile, ora che tutto è già stato deciso, incontrare sindaco e prefetto. Si tratta di una presa in giro nei confronti dei residenti che presto si troveranno faccia a faccia col degrado e la paura".

Il tono delle dichiarazioni di Locatelli si fa poi più duro: "Abbiamo un sindaco asservito e una giunta incapace di difendere i diritti dei propri cittadini. locatelli-ago16Da Settembre, il disastro sarà totale e il parco della stazione non smetterà di essere un punto di riferimento per il bivacco dei clandestini. Noi chiediamo lo sgombero immediato e il rimpatrio di tutti i clandestini. Per questo, non presenzieremo con i nostri consiglieri a nessuna inutile ed ulteriore riunione".

"Non abbiamo intenzione di approfondire le modalità di accoglienza e gestione del campo-ghetto - chiosa il segretario cittadino - al contrario, di proseguire a fornire il nostro supporto ai residenti, alle forze dell'ordine che presidiano la stazione, ai lavoratori presenti in quell'area e ai cittadini esasperati. Stiamo organizzando - conclude - una grande manifestazione aperta a tutti i cittadini. Vogliamo dare voce a chi non intende subire passivamente questa invasione. Scenderemo in piazza e protestare contro l'invasione che Como sta subendo, non vogliamo clandestini nella nostra città e non vogliamo che vengano allestiti pericolosi quartieri- ghetto. Presto renderemo noti tutti i dettagli dell'iniziativa".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia torna in zona arancione da domenica 24 gennaio

social

Lago di Como, Casa Brenna Tosatto: l'arte della bellezza

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento