Elezioni regionali 2018: intervista a Onorio Rosati, candidato presidente di Liberi e Uguali

Onorio Rosati, candidato presidente per Liberi e Uguali alle elezioni regionali lombarde 2018, è stato in visita a Como giovedì 15 febbraio 2018 in occasione della presentazione dei candidati comaschi del suo partito a Palazzo Cernezzi. 

Cinquantaquattro anni, origini goriziane, Onorio Rosati è stato sindacalista di lungo corso con la sua esperienza più importante legata alla Cgil. Nel 1986 è delegato sindacale, nel 1990 entra nella segreteria delle poste e telecomunicazioni fino a divenirne il segretario generale. La sua scalata dentro la Confederazione continua e nel 2006 diventa segretario generale della Camera del Lavoro di Milano. Poi il passaggio alla politica. Nel 2013 viene eletto consigliere regionale in Lombardia tra le fila del Partito Democratico, lo scorso anno però la rottura e il passaggio a Liberi e Uguali. Oggi la candidatura alla presidenza della Regione.

I punti forti del suo programma, come ha illustrato a Como, sono la lotta alle disuguaglianze, ponendosi in una situazione di discontinuità rispetto a questi anni. Una lotta, come ha detto Rosati, che si articola soprattutto nel campo del lavoro con la volontà di dare maggiore dignità a salari e condizioni lavorative, in particolare per quanto riguarda la sicurezza. E ancora nella sanità dove ritiene necessario ripensare al super ticket per rendere le cure accessibili a tutti, nella scuola con più investimenti per il pubblico, nell'ambiente e nei trasporti. In particolare su quest'ultimo fronte vuole un ammodernamento del trasporto ferroviario che è la sua priorità con una riflessione anche su Trenord come spiega nell'intervista in cui affronta anche i temi più prettamente comaschi della tangenziale di Como e del lungolago.

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

Elezioni regionali 2018: intervista a Onorio Rosati, candidato presidente di Liberi e Uguali

QuiComo è in caricamento