Domenica, 13 Giugno 2021
Elezioni regionali 2018

La non eletta Daniela Maroni "rivendica" 4.800 voti

Il risultato elettorale non ferma il suo impegno: "Continuerò a dare voce a chi non ce l'ha"

Delusa, sì, ma più che altro dal suo illustre, si fa per dire, omonimo, o meglio, "cognonimo": Roberto Maroni. Daniela Maroni non è stata rieletta. Non sono bastate le 1.240 e rotte preferenze che i comaschi le hanno accordato per permetterle di restare al consaiglio regionale della Lombardia. La lista Fontana Presidente non ha eletto alcun comasco e lei non può nascondere la delusione, soprattutto nei confronti dell'ex governatore. "Mi disse che voleva che mi ricandidassi - ha raccontato Daniela Maroni - ma poi è stato lui a ritirare a sorpresa la sua candidatura. In poche settimane abbiamo dovuto ricostruire una lista civica a sostegno di Fontana e devo dire che il risultato mi ha soddisfatto anche se, purtroppo, non è bastato".

Per Daniela Maroni, però, la colpa è anche di questa dannata legge elettorale "che ha complicato molto il modo di votare, tanto che in molti mi hanno confidato di non avere scritto il mio nome perché credevano che bastasse mettere la croce sul simbolo della lista per vedermi rieletta". Poi la consigliera regionale uscente confida: "Mi dispiace chi dice che nel 2013 ottenni tanti voti solo grazie al mio cognome uguale a quello dell'ex governatore, ma sento miei 4.800 voti ottenuti dalla lista sul teritorio comasco in queste regionali 2018: sento di potermeli attribuire. Nessuno ci ha aiutato in questa campagna elettorale, né la Lega né Forza Italia".

La "Signora" della carta sconto benzina ha poi affermato di volere mantenere alto il suo impegno: "Continuerò a dare voce a chi non ce l'ha impegnandomi sia per le tante associazioni del territorio a ostegno dei più deboli, dalle donne maltrattate ai disabili, sia per il settore dei benzinai di cui sono ancora presidente".

4800 sono miei perché la lista fontana l'ha associata a me. Tanti messaggi di solidarietà. Mi spiace che molti hanno pensato che fosse per lonominia. Sciocca questa presa di posizione. 2.875 nel 2013. Tortora mi disse che me ne avevano annullati molti scrivendo Daniela. Soddisfatta del risultato, perché 4.800 voti li attribuisco a me. Nessuno ha fatto campagna per noi, la lega per la Lega. Cercherò di dare sempre voce a chi non ce l'ha. Non mi sento finita, sono contenta. Ricomincio i miei rapporti con Roma per carta sconto benzina. Esso 1600 impianti ceduti a una multinazionale inglese, poi seguirò le donne maltrattate. Bicchiere mezzo pieno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La non eletta Daniela Maroni "rivendica" 4.800 voti

QuiComo è in caricamento