rotate-mobile
Elezioni comunali 2022

Transazione ecologica, Chiara Braga: "Sosteniamo le grandi bellezze ambientali della nostra città"

Barbara Minghetti: "Obiettivi ambiziosi ma concreti"

Sicurezza, traffico, cultura, turismo e certamente la questione ecologica. Un futuro green che tutti si augurano all'interno di una città "smart". E quello della transizione ecologica è uno dei tavoli del programma più corposi all’interno della coalizione di centrosinistra che sostiene Barbara Minghetti e raggruppa tutti i temi che hanno a che fare con gli obiettivi di miglioramento delle condizioni generali della nostra città, dalla sua mobilità alla qualità dell’aria, dalla gestione dell’energia a quella del verde, passando dalla tutela del territorio e dalla prevenzione del rischio idrogeologico. Nell’ambito della transizione ecologica si inserisce anche il grande tema della rigenerazione urbana e del consumo di suolo, che, data la sua complessità e specificità, sarà oggetto di un prossimo approfondimento e relativa comunicazione. 

“La transizione ecologica rappresenta una parte cruciale del nostro programma – spiega Barbara Minghetti -  Talmente importante che abbiamo deciso di inserire in un'unica visione di insieme tutti gli aspetti correlati strettamente ad essa. Ovviamente, ogni sotto tema è stato approfondito specificamente e sono molto soddisfatta del lavoro svolto. Ci siamo dati obiettivi ambiziosi, ma concreti. Di fronte ai quali non è più possibile far finta di nulla”. 

“Le città sono protagoniste assolute della transizione ecologica -  commenta l’onorevole Chiara Braga, responsabile nazionale del PD per la transizione ecologica -  perché nelle città si concentrano molti dei principali problemi ambientali - inquinamento, consumo di suolo, impatto dei cambiamenti climatici - ma anche molte delle energie e delle intelligenze collettive che possono contribuire a dare una soluzione a questi problemi. Como può aspirare a diventare una città davvero sostenibile e la prossima amministrazione dovrà porsi alla guida di questo percorso. Come? Investendo sulle grandi bellezze ambientali della nostra città, valorizzando il lago e le aree verdi urbane, puntando su energie rinnovabili e efficienza energetica, confermando l’impegno sul contenimento del consumo di suolo e sostenendo la rigenerazione fisica e sociale soprattutto dei quartieri, che dovranno essere al centro delle politiche di miglioramento ambientale. La cura del territorio e dei corsi d’acqua urbani e una seria politica di adattamento ai cambiamenti climatici possono essere anche l’occasione per attivare forme di coinvolgimento e partecipazione delle associazioni, del Terzo Settore e dei cittadini, a partire dai bambini e dai ragazzi che sono i più impegnati a livello locale e globale su questi temi. Como merita una guida amministrativa che creda fermamente nell’importanza delle politiche ambientali, per migliorare concretamente la qualità della vita dei suoi cittadini e che sia capace di lavorare con gli altri livelli istituzionali- Governo, Regione ma anche Provincia e Comuni limitrofi - per reperire risorse e condividere progetti ambientali di qualità.”. 

Il tavolo, coordinato da Elisabetta Patelli, con il supporto di Giovanni Bartesaghi, Stefano Vaccaro e Matteo Introzzi, ha stilato una serie di obiettivi da raggiungere nei prossimi cinque anni. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Transazione ecologica, Chiara Braga: "Sosteniamo le grandi bellezze ambientali della nostra città"

QuiComo è in caricamento