rotate-mobile
Elezioni comunali 2022

Ecco la scheda elettorale per scegliere il sindaco di Como: come si vota

Il 12 giugno urne aperte per amministrative e referendum

Como è uno dei Comuni che il 12 giugno andrà al voto per eleggere il nuovo sindaco e il nuovo consiglio comunale. Ma il 12 giugno è anche il giorno in cui si voterà per i 5 referendum. 

Scheda blu per il Comune

La scheda per esprimere il sindaco e i consiglieri comunali è di colore blu. Per quanto riguarda Como sono 8 i candidati sindaco e 15 le liste di candidati consiglieri tra cui i cittadini comaschi potranno scegliere. 

Le schede per i referendum

Per quanto riguarda i referendum, invece, saranno presenti cinque schede, una per quesito.
Referendum n. 1 scheda di colore rosso: abrogazione del Testo unico delle disposizioni in materia di incandidabilità e di divieto di ricoprire cariche elettive e di Governo conseguenti a sentenze definitive di condanna per delitti non colposi.
Referendum n. 2 scheda di colore arancione: limitazione delle misure cautelari: abrogazione dell'ultimo inciso dell'art. 274, comma 1, lettera c), codice di procedura penale, in materia di misure cautelari e, segnatamente, di esigenze cautelari, nel processo penale.
Referendum n. 3 scheda di colore giallo: separazione delle funzioni dei magistrati. Abrogazione delle norme in materia di ordinamento giudiziario che consentono il passaggio dalle funzioni giudicanti a quelle requirenti e viceversa nella carriera dei magistrati.
Referendum n. 4 scheda di colore grigio: partecipazione dei membri laici a tutte le deliberazioni del Consiglio direttivo della Corte di cassazione e dei consigli giudiziari. Abrogazione di norme in materia di composizione del Consiglio direttivo della Corte di cassazione e dei consigli giudiziari e delle competenze dei membri laici che ne fanno parte.
Referendum n. 5 scheda di colore verde: abrogazione di norme in materia di elezioni dei componenti togati del Consiglio superiore della magistratura.

Quali documenti servono

Per poter votare oltre ad avere con sé la tessera elettorale bisogna presentare un documento di identità in corso di validità come carta di identità o patente. E' anche possibile presentare un documento che rientri in queste categorie:tessera di riconoscimento rilasciata dall’Unione nazionale ufficiali in congedo d’Italia, purché munita di fotografia e convalidata da un Comando militare; tessera di riconoscimento rilasciata da un ordine professionale, purché munita di fotografia In mancanza di un documento di identificazione idoneo, l’elettore può essere riconosciuto anche con le seguenti modalità: da uno dei membri del seggio che conosce personalmente l’elettore e ne attesta l’identità; da un altro elettore del comune, noto al seggio e provvisto di documento di riconoscimento; dalla ricevuta della richiesta di rilascio della Carta d’Identità Elettronica (CIE), in quanto munita della fotografia del titolare e dei relativi dati anagrafici.

Modalità di voto per esprimere sindaco e consiglieri

Il Comune di Como è uno di quelli con più di 15mila abitanti. Ecco le modalità di voto alternative per questi Comuni.
Tracciare un solo segno sul rettangolo che contiene il nominativo del candidato sindaco prescelto, senza cioè segnare alcun contrassegno di lista: in questo caso il voto viene attribuito solo al candidato sindaco prescelto.
Tracciare un segno solo sul contrassegno di una delle liste oppure tracciare un segno sia sul nominativo del candidato sindaco che su una delle liste a lui collegate: in entrambi i casi il voto viene attribuito sia al candidato sindaco che alla lista collegata.
esprimere un voto disgiunto, tracciando un segno sul nominativo del candidato sindaco ed un altro segno su una delle liste ad esso non collegata: in questo caso il voto viene attribuito sia al candidato sindaco che alla lista non collegata.
È eletto sindaco al primo turno il candidato che ottiene la maggioranza assoluta dei voti validi (almeno il 50% più uno). Se nessun candidato raggiunge tale soglia si tornerà a votare domenica 26 giugno per il ballottaggio tra i due candidati più votati. All’eventuale turno di ballottaggio il voto si esprime tracciando un segno su uno dei due rettangoli contenenti il nominativo del candidato sindaco prescelto.
Le preferenze si esprimono scrivendo negli appositi spazi il cognome (oppure il nome e cognome in caso di omonimia) dei candidati consiglieri comunali della lista votata. È possibile esprimere preferenze anche nel caso di voto disgiunto purché siano appartenenti alla lista sulla quale si traccia il segno (e che, nel caso del voto disgiunto, non è collegata al sindaco).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecco la scheda elettorale per scegliere il sindaco di Como: come si vota

QuiComo è in caricamento