rotate-mobile
Elezioni comunali 2022 Centro storico / Via Raimondi, 1

A Villa Olmo la sede permanente del Museo della Seta. L'idea piace al candidato sindaco Molteni

Il candidato del centrodestra: "Un'ipotesi affascinante da prendere in considerazione una volta conclusi i lavori di riqualificazione della villa"

Villa Olmo come sede permanente della collezione del Museo della Seta. E' l'ideaa di cui si è discusso nell'incocntro che si è tenuto l'altro giorno tra il candidato sindaco del centrodestra, Giordano Molteni, e i vertici di Confindustria, rappresentati dal presidente Aram Manoukian, dal vice Gianluca Brenna, dal direttore Antonello Regazzoni, e da Tiberio Tettemanti. L’occasione è stata quella di un primo confronto in vista del successivo passaggio per la presentazione del programma.

Giordano Molteni e i vertici di Confindustria Como-2

Molteni, oltre a soffermarsi su alcuni storici temi che dovranno essere affrontati, ha voluto rimarcare l’importanza della collaborazione con le associazioni di categorie, realtà e risorse con le quali dovrà essere instaurato rapporto di collaborazione e fiducia reciproca per poter affrontare le impegnative sfide che il territorio sarà chiamato ad affrontare.
Anche sulla base degli interventi dei vertici di Confindustria, il candidato del centrodestra ha accolto positivamente l’invito a sostenere iniziative e progetti che possano portare la nostra città ad intraprendere un percorso virtuoso sul fronte della sostenibilità, così come iniziative finalizzate alla valorizzazione di alcune tradizioni industriali come quelle del tessile. Proprio su questo fronte Molteni “ha definito affascinante e sfidante l’ipotesi di una nuova sede del Museo della Seta, quale collezione permanente da insediare a Villa Olmo, una volta realizzati i lavori di riqualificazione della villa”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Villa Olmo la sede permanente del Museo della Seta. L'idea piace al candidato sindaco Molteni

QuiComo è in caricamento