rotate-mobile
Elezioni comunali 2022

La rivoluzionaria idea di Adria Bartolich per agevolare l'accesso agli uffici comunali

Sportelli nei quartieri e un aiutante a domicilio

Irrompe nella cmpagna elettorale Adria Bartolich, e lo fa ponendo al centro dell'attenzione un tema molto attuale: quello dell'accessibilità digitale al disbrigo di pratiche e procedure dell'amministrazione comunale. L'idea lanciata dalla candidata sindaca di Civitas è quella di aiutare anziani, disabili o semplicemente persone in difficoltà a potersi districare nella burocrazia comunale.
Il progetto "L'amico comune" che Bartolich intende concretizzare nel suo eventuale mandato, si compone di diversi aspetti pensati per facilitare ai cittadini i rapporti con la pubblica amministrazione. Apertura di sportelli comunali distaccati nei quartieri e aiutanti tutto fare a domicilio sono alcune delle idee di cui si compone il progetto.

"La necessità di introdurre la digitalizzazione di molti servizi della pubblica amministrazione - afferma Bartolich - è ormai un fatto inevitabile. Rendere veloci e accessibili ovunque dati e procedure certamente semplificherà la vita a molti cittadini e ridurrà la congestione per le pratiche agli sportelli e avrà come conseguenza anche la diminuzione di spostamenti, quindi di traffico. La digitalizzazione non può però avvenire in modo selvaggio e senza tenere conto dei cittadini che più hanno difficoltà nell’uso dei sistemi informatici. Il Comune deve perciò accompagnare le persone senza lasciarle sole davanti alle loro difficoltà. L’accesso agevole aiservizi informatici è innanzi tutto un diritto che deve essere garantito a tutti. Siamo perciò per costruire un progetto “L’amico comune” - continua Bartolich - che preveda la figura di un aiutante tuttofare che dia una mano a domicilio, in caso di bisogno, ai cittadini specie se anziani, con problemi di salute o in un momento di impedimento, ma anche le famiglie che hanno difficoltà a seguire i bambini o i ragazzi nella didattica a distanza".

In sintesi, la figura del cosiddetto "amico comune" si affincherà a chiunque abbia problemi con l’eccesso ai sistemi digitali aiutando a connettersi e a usufruire dei servizi o ad espletare pratiche burocratiche on line.

"Per concretizzare il progetto - aggiunge la candidata sindaca di Civitas - ci avvarremo di nuove figure anche utilizzando i ragazzi del servizio civile. Del progetto farà parte integrante anche l’apertura per almeno mezza giornata alla settimana di sportelli comunali nei quartieri, che avranno il compito di effettuare il disbrigo delle pratiche più semplici, ed eventualmente raccogliere le pratiche più complesse per riportarle al cittadino concluse in seguito. Tutto ciò per dare applicazione, fino in fondo, all’articolo 3 della Costituzione che esplicitamente assegna il compito alla Repubblica di rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitano di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini. Un comune amico - conclude Bartolich - è l’istituzione che va incontro ai cittadini e li accoglie con le loro difficoltà, rimuovendole".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La rivoluzionaria idea di Adria Bartolich per agevolare l'accesso agli uffici comunali

QuiComo è in caricamento