rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Elezioni comunali 2022

Agenda Como 2030: "Un avanzo di bilancio mostruoso e una città bloccata"

Fanno discutere i 18 milioni che il Comune non ha saputo spendere per Como

In pieno clima elettorale, a poco più di un mese dalla elezioni per il nuovo sindaco di Como, il dibattito si fa sempre più accesso. E non mancano le stoccate al Comune per la gestione del Bilancio e al suo enorme avanzo spendibile. Parole durissime arrivano da Agenda Como 2030, la compagine che sostiene la candidata del centrosinistra Barbara Minghetti, e rappresentata da Andrea Luppi (Azione), Francesco Cima Vivarelli (+Europa), Alberto Gaffuri (Italia Viva), Marco Seregni (Volt)

"Molto rassicuranti -scrivono - le parole dell’assessore al Bilancio uscente, nonché ricandidato come tutti i suoi colleghi: il Comune gode di una buona salute finanziaria. Ossia ha un avanzo di bilancio mostruoso, con quasi 18 milioni semplicemente non spesi. Quanto a “buona salute”, una mummia imbalsamata non potrebbe averne di migliore. La grave carenza dell’amministrazione di centrodestra si legge tra le righe: la completa incapacità progettuale si traduce in incapacità di spesa. Inattiva per anni, risvegliatasi un poco sotto elezioni, la giunta uscente ha immobilizzato la città esattamente come immobilizza le partite di bilancio. Impossibile chiedere loro di farsi da parte, perché si nascondono dietro a un nuovo candidato, un sostituto fors’anche meno proattivo di quanto lo fosse Landriscina cinque anni fa".

minghetti agenda 2030-2

Città bloccata

"Ma sono sempre loro, “amici di tutti” come recita uno slogan. Sottinteso: con gli amici si può chiudere un occhio - si legge ancora nel comunicato - magari anche tutti e due, abbiate pietà. Ma qui non si tratta di aver amministrato male un condominio: si è bloccata una citta, spaventosamente arretrata rispetto ai capoluoghi vicini, per non dire di Milano. Siamo europei di nome e non di fatto, con strade, viabilità e servizi indegni di questo nome. Ci volevano investimenti straordinari, e invece si sono persi i bandi già acquisiti. Basta così. Chiunque capisce che occorre una svolta radicale, nel segno dell’efficienza".

Le ragioni del sostegno a Minghetti

"È la proposta di Agenda Como 2030 - concludiono - lista liberale, riformista ed europeista: rimettere Como al centro partendo da una rivisitazione profonda della funzionalità del Comune. L’amministrazione esiste per fornire servizi adgeuati alle necessità dei cittadini, non per mettere i soldi nel porcellino. A meno che siano questi i “grandi risultati” vantati da un’evanescente deputata, la quale si fa vedere a Como esclusivamente in campagna elettorale. Basta, ripetiamo, con le prese in giro. Per questo sosteniamo convintamente la candidatura di Barbara Minghetti, personalità dalle solide competenze organizzative, e la accompagneremo in una nuova pagina della storia di Como. Sabato mattina, in Piazza Volta, alle ore 10, presenteremo i candidati della lista Agenda Como 2030 per Barbara Minghetti. Riportiamo Como al centro

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agenda Como 2030: "Un avanzo di bilancio mostruoso e una città bloccata"

QuiComo è in caricamento